«Sembra un film grottesco eppure la realtà che si vive al Santa Scolastica lascia tutti noi senza parole». Il consigliere comunale e capogruppo in assise civica di Forza Italia Franco Evangelista così interviene in merito agli ultimi episodi che hanno riguardato il nosocomio cassinate. «Prima mancavano le attrezzature, poi i medici, poi gli specialisti. Adesso manca addirittura l’inchiostro, tra un po’ mancheranno le barelle e i cerotti. Ma come hanno ridotto la nostra sanità? Un ospedale che dovrebbe servire una popolazione di migliaia di cittadini di Cassino e del territorio ridotto a un set di un film comico. Perché - tuona Evangelista - è questo quello che è rimasto di una struttura che doveva essere il fiore all’occhiello della città e che più che fiore, oggi sembra una sterpaglia».

Il capogruppo forzista è sferzante e richiama i governati - comune, provincia, regione e Asl - alle loro responsabilità. Dove sono finite le promesse? Il peso del vuoto di quelle parole hanno un prezzo molto caro che stanno pagando gli utenti e i malati del nostro territorio costretti a tornare a casa senza la dovuta assistenza o costretti ad andare a curare in altre strutture della provincia. Magari non ci fosse stato l’inchiostro nella penna che ha firmato quel piano aziendale» conclude Evangelista tra il serio e il faceto.