Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Spaccio di droga, chiesti sessant’anni di reclusione
0

Spaccio di droga, chiesti sessant’anni di reclusione

Cassino

Sono ormai agli sgoccioli le discussioni degli avvocati dei dieci cassinati coinvolti nella vasta operazione anti-droga denominata “Rollando”. Oltre sessant’anni di reclusione, in totale, quelli chiesti dal pm per gli arrestati che hanno scelto il rito ordinario. E a giugno, come da programma, è prevista la sentenza.

Il presunto traffico di stupefacenti tra il Cassinate ed il Napoletano, coinvolse dieci cassinati di cui otto finirono in manette (oltre ad una persona a lungo latitante e poi rintracciata) per aver ricoperto, secondo le tesi investigative, ruoli diversi in un complesso sistema pensato per garantire l’approvvigionamento degli stupefacenti.

Tre dei coinvolti, con una udienza stralcio, optarono per un rito abbreviato: tredici anni di reclusione, in totale, quelli stabiliti per i tre. Gli altri, invece, scelsero il rito ordinario: quasi sessant’anni di reclusione quelli chiesti in totale. E a giugno per loro sarà data lettura del dispositivo di sentenza.

Secondo le tesi investigative che sostanziarono la maxi-operazione dei carabinieri posta in essere tra Cassino ed il Cassinate, gli indagati si sarebbero resi protagonisti di un vasto giro di stupefacenti tra la piazza napoletana dello spaccio ed il nostro territorio: nessun grosso “carico”, ma “dosi giornaliere” (secondo i militari) in grado di soddisfare il fabbisogno di un numero crescente di assuntori. Tra il nutrito pool di avvocati Claudia Verdone, Mariano Giuliano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400