Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Attentato in Pakistan: falsi messaggi di Facebook seminano il panico anche in Italia

L'avviso di Facebook arrivato ieri a milioni di utenti in relazione alla strage in Pakistan

0

Attentato in Pakistan: falsi messaggi di Facebook seminano il panico anche in Italia

Provincia

E' capitato a molti ieri, anche a chi scrive, di vedersi recapitare sul proprio numero di cellulare un messaggio in cui Facebook chiedeva informazioni in merito al possibile coinvolgimento nella strage avvenuta in Pakistan. Era il "safety check" inventato da Facebook in occasione di attentati o calamità naturali per dare indicazioni sul proprio coinvolgimento negli eventi stessi, sulla propria posizione geografica, sul proprio stato di salute e quant'altro. 

"Stai bene? Dillo a Facebook. L'esplosione ha coinvolto anche te?": questa la prima parte del testo dell'sms arrivato sul cellulare a milioni di persone in tutto il mondo, ed anche in Italia ovviamente. Nella seconda c'era scritto: "Rispondi OK se stai bene o NO se non ti trovi nell'area". 

In piena allerta terrorismo, momenti di apprensione, quindi, anche in Italia, per tanti utenti di Facebook che, come detto, si sono visti recapitare sul proprio numero di cellulare il "safety check", l'applicazione che il social network attiva nel caso di attentati o calamità naturali avvenuti nelle vicinanze.
Nulla di tutto questo invece: l'invio, in seguito all'attacco kamikaze talebano che ha colpito ieri la città pachistana di Lahore, è partito per errore verso utenti sparsi in tutto il mondo a causa di un "bug", un buco, un errore, all'algoritmo che regola il servizio in base alla geolocalizzazione dei profili Fb.

Ciò è avvenuto con due modalità: attraverso gli sms tradizionali, quelli di una volta ormai in disuso, e una notifica che scattava all'apertura del proprio profilo di Facebook. 


La società si è poi affrettata a spiegare: "Purtroppo molte persone non colpite dalla crisi hanno ricevuto una notifica che chiedeva se stessero bene. Questo tipo di bug è in contrasto con le nostre intenzioni. Abbiamo lavorato rapidamente per risolvere la questione e ci scusiamo con chiunque abbia per errore ricevuto la notifica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400