Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Lei dal Papa, i ladri le sfondano l'auto e fanno razzia
0

Lei dal Papa, i ladri le sfondano l'auto e fanno razzia

Cassinate

I controlli ci sono. Ma i ladri si sono messi a studiare. E hanno ideato nuovi sistemi per aggirare “l’ostacolo” e portare a casa il risultato. Vittima della loro pervicacia, purtroppo, anche una professionista del Cassinate che si era recata a Roma per andare ad assistere ad una celebrazione in piazza San Pietro. E che al termine, invece, si è ritrovata con l’auto sfondata, valigia e pc scomparsi.

I fatti

La nota professionista, molto impegnata nel sociale, ha parcheggiato l’auto negli stalli a pagamento, in una zona non eccessivamente distante da piazza San Pietro dove erano già accorsi un numero davvero importante di pellegrini e fedeli. Dopo la intensa e partecipata celebrazione, quando la professionista cassinate è tornata indietro per recuperare l’auto, non poteva credere ai suoi occhi: il lunotto dell’auto sfondato e tutti i suoi effetti personali trafugati da ignoti che - sembrerebbe - hanno preso di mira anche altri automobilisti.

Da una prima stima sembrerebbe che i malfattori abbiano arrecato un danno di diverse migliaia di euro portando via un pc, occhiali da sole, una penna da collezione di un certo valore, oltre alla valigia. Per assurdo, chi ha preso di mira la sua auto, ha trafugato anche i vestiti e persino pigiama e biancheria che la donna aveva portato con sé per fermarsi a Roma prima della celebrazione dal Papa. Alla professionista, superata l’amarezza, non è restato altro che sporgere denuncia contro ignoti.

Ladri scatenati tra i fedeli

Il Giubileo è anche questo: non solo una grande partecipazione di fedeli e pellegrini. Ma ladri scatenati e sempre più astuti hanno invaso la Capitale. E nonostante i controlli siano stati rafforzati in modo esponenziale, anche lungo il Tevere, i malfattori si sono fatti furbi: c’è chi, addirittura, si è travestito da (finto) poliziotto tentando di rapinare i fedeli, mostrando loro un normale porta-tessere (senza distintivo) pretendendo di controllare il contenuto delle loro borse e dei loro portafogli. Per fortuna ci hanno pensato i carabinieri a bloccare i finti agenti, finiti in manette.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400