Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Venerdì Santo ad Alatri: un’emozione unica che si rinnova ogni anno
0

Venerdì Santo ad Alatri: un’emozione unica che si rinnova ogni anno

L'evento

La giornata più attesa dell’anno, quella in cui la città si immerge nella rievocazione del Venerdì Santo, è arrivata. La tradizionale manifestazione non porta ancora i segni del tempo. Anzi, nonostante la tradizione secolare, trova ogni anno nuova linfa e spirito di aggregazione sociale.

In un contesto popolare che non ha eguali per partecipazione, con circa cinquecento figuranti, pronti a sfilare per le strade del centro storico, e l’arrivo di migliaia di persone da ogni angolo della regione e Penis ola. Le prime testimonianze scritte dell’evento, secondo resoconti pastorali, risalgono addirittura al 1700, quando la manifestazione religiosa era curata dalla “Confraternita della Passione di Nostro Signore Gesù Cristo”.

La tradizione non si si è mai interrotta e si è svolta come rappresentazione sacra, con personaggi in costume che si richiamavano ai tempi di Gesù. Un evento che è riuscito a svolgersi anche durante i lunghi e non facili periodi delle guerre. Poi, nell’Anno Santo del 1950, la svolta, con la nascita di un comitato che, sempre in collaborazione con la confraternita, si è assunto l’onere di organizzare in modo nuovo e più ricco la parte storica e tradizionale della processione, distinta da quella puramente religiosa, che ancora oggi è curata dall’antichissima confraternita di San Matteo.

E proprio questo comitato nel corso degli ultimi settant’anni ha lavorato alla migliore riuscita della manifestazione. Quel comitato che oggi è rappresentato dalla Pro loco, ormai da decenni in prima linea nella cura della manifestazione che questo anno si preannuncia ricchissima.

Oggi sarà una lunghissima giornata. Si partirà alle 20.30 con il “Processo a Gesù ” che si terrà all’interno del parcheggio multipiano in via Circonvallazione. Alle 21, dopo il passaggio della processione religiosa, partirà da via Duca D’Aosta la tradizionale rievocazione che si snoderà come ogni anno all’interno del centro storico, per terminare intorno alle 22.30 sempre al parcheggio multipiano, dove si svolgerà la rappresentazione della “Crocifissione”. La città è pronta a vivere la sua giornata più intensa e lunga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400