Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Sindacalisti condannati per truffaIntascarono somme illecite dai tesserati

Il prossimo 4 aprile si discuterà davanti al Gup se rinviare a giudizio o meno il marito accusato di minacce e molestie

0

Marito nei guai per gelosia. Minaccia l'"amico" della moglie, denunciato

Cassino

Marito geloso denunciato dal giovane “amico” della sua consorte. Per minaccia e molestie. A far scattare il sentimento di rabbia e di rivalsa del quarantenne non sarebbe stato solo il sospetto di un possibile tradimento. Quanto quello di aver perso quasi 200 mila euro per “colpa” della simpatia - o dell’ingenuità - di sua moglie. Tanto da doverne rispondere il prossimo 4 aprile davanti a un giudice del Tribunale di Cassino.

Oltre al danno la beffa

A far infuriare e non poco il marito passato - sembrerebbe - dalla ragione al torto in una manciata di secondi sarebbe stato il sospetto del tradimento, ma ancor più il cruccio di aver perso una somma importante per dei prestiti continui che sua moglie avrebbe fatto a un trentenne del Cassinate.

In base a quanto sarebbe emerso in sede d’indagine, il simpatico e prestante amico di sua moglie - di circa 10 anni più piccolo di lei - si sarebbe fatto consegnare negli anni piccole somme, raggiungendo in totale quasi 200.000 euro.

Una cifra considerevole, che la signora (una quarantenne residente nell’hinterland della città martire) gli avrebbe offerto per aiutare il giovane a superare di volta in volta problemi differenti ma presentati, allo stesso tempo, come impellenti. Poi la scoperta del conto prosciugato e la bagarre familiare (che risale a qualche anno fa) con importanti strascichi da un punto di vista affettivo. E purtroppo anche da uno giudiziario.

L’apertura di un fascicolo

Nulla di tutto questo, secondo la versione fornita dal giovane. Solo minacce, anche reiterate, da parte di un marito geloso ed incapace di comprendere l’amicizia di sua moglie. Minacce poco velate che avrebbero permesso l’apertura di un fascicolo in Procura a carico del coniuge “infuriato”. Fascicolo per il quale era già stata richiesta l’archiviazione prima che il giovane presentasse opposizione. Così il prossimo 4 aprile, il quarantenne - assistito dall’avvocato del Foro cassinate, Beniamino Di Bona - dovrà presentarsi davanti al Gup di Cassino per rispondere delle accuse di minaccia e molestie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400