Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Professionisti senza revisione: tracciato l’identikit dei nuovi “furbetti del talloncino”

Uno dei tanti controlli effettuati dalla polizia municipale con il Targa System che permette di sdoganare illeciti e irregolarità praticamente in tempo reale

0

Professionisti senza revisione: tracciato l’identikit dei nuovi “furbetti del talloncino”

Cassino

Sono giovani tra i trenta e i quarant’anni, spesso con occupazioni precarie, professionisti sul lastrico o disoccupati. E per lo più italiani. Circolano con l’assicurazione scaduta e lasciano i loro mezzi in sosta anche senza aver rinnovato la polizza, sperando di riuscire a farla franca e provvedere in qualche modo a pagare il dovuto.

Un identikit sconfortante, quello tracciato dall’analisi dei dati sul boom di multe nel Cassinate per mezzi trovati senza copertura assicurativa. Grazie al Targa System, un servizio straordinario finalizzato alla sicurezza stradale, è stato possibile agli agenti di polizia municipale verificare in tempo reale la presenza di veicoli senza assicurazione, senza revisione, oggetto di furti o sottoposti a sequestro. Una battaglia portata avanti ogni giorno anche dalle altre forze di polizia del territorio.

Oltre quaranta i furbetti del “talloncino” scovati in pochi mesi: un dato allarmante emerso dall’analisi dell’attività di controllo su strada dei vigili urbani della città martire, impegnati sul campo non solo contro l’abusivismo, in tutte le sue forme, ma anche dalle altre forze di polizia del territorio. Gli accertamenti posti in essere dai vigili urbani hanno evidenziato una realtà critica e preoccupante, cartina di tornasole di una situazione economica ormai al collasso, figlia di una crisi senza precedenti.

Le situazioni riscontrate sono molto diverse tra loro: tra i casi presi in esame esistono automobilisti “smemorati” la cui assicurazione è di fatto scaduta da pochi giorni, altri che non hanno potuto rinnovarla perché al verde. Altri che invece fanno costante ricorso a storie fantastiche, visibilmente artefatte. Il quadro che ne viene fuori è comunque drammatico, con un risvolto a livello sociale di non poco conto. In primis, in prospettiva di possibili incidenti stradali, più o meno gravi.

L’altro aspetto importante dell’azione volta a contrastare gli illeciti è la campagna ingaggiata contro i falsi invalidi e le vele pubblicitarie irregolari: nei giorni scorsi 5 le sanzioni da oltre 400 euro elevate nei confronti di altrettanti mezzi segnalati nei pressi della rotatoria all’ingresso di Cassino.

Le storie più assurde per evitare le sanzioni

Tanti e sempre più fantasiosi i tentativi usati per eludere i controlli. E le storie raccontate agli agenti o ai carabinieri per evitare le sanzioni. Come quella fornita lo scorso 24 febbraio agli agenti della Sottosezione A1 di Cassino da un “furbetto” del talloncino da record. L’uomo, un professionista del Napoletano, era stato fermato in A1 nei pressi del casello di Cassino a bordo della sua Ford Escort SW con due persone a bordo. Quando gli agenti della Sottosezione A1 di Cassino, coordinati dal comandante Cerilli - guidati dal vice questore Lombardo - gli hanno chiesto i documenti, il conducente è apparso tranquillo.

Ma all’occhio esperto di un agente non è sfuggita una piccola quanto significativa anomalia sul talloncino della revisione. L’uomo, un quarantacinquenne campano, ha giurato alla polizia cassinate di aver sottoposto la vettura a revisione. Ma persino l’officina indicata come quella in cui sarebbe stato effettuato il dichiarato controllo è risultata chiusa da tempo. Per lui è scattata una denuncia per falso in atto pubblico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400