Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Parla il camionista dell’incidente sull’A21: "Non  ho avuto un colpo di sonno"
0

Parla il camionista dell’incidente sull’A21: "Non ho avuto un colpo di sonno"

Arce

«Non ho avuto un colpo di sonno». Sarebbero queste le parole di Gabriele Marzilli, il camionista di Arce che domenica scorsa sull’A21, in territorio del comune di Manerbio, provincia di Brescia, ha travolto con il suo tir il pulmino sul quale viaggiavano i componenti di una band di Cuneo, quattro dei quali deceduti nello schianto.

Man mano che passano le ore, la mente dell’autotrasportatore si fa più lucida. Da un lato affiora la drammatica consapevolezza di essere stato la causa della morte di quattro musicisti della band “Tony Mac Music Show”. Dall’altro, emergono i primi elementi che potrebbero in qualche modo spiegare l’accaduto. Dall’ospedale di Manerbio l’autista ciociaro smentisce categoricamente che si sia trattato di un colpo di sonno.

«Il nostro assistito - hanno spiegato i legali dell’uomo Anna De Mattei eTommy Bettarini- sostiene di essere stato sveglio e di non aver avuto sonnolenza». «Con le mani - avrebbe dichiarato Marzilli - non sono riuscito a tenere instrada il camion e non sentivo più i miei piedi. In questi frangenti - avrebbe aggiunto ancora - ho avuto anche un annebbiamento della vista».

Insomma potrebbe essersi trattato di un malore, ma è tutto ancora da accertare. Intanto gli avvocati ribadiscono che i test eseguiti per verificare se il camionista fosse alla giuda in stato di ebbrezza o sotto effetto di stupefacenti hanno dato esito negativo. «Ora più che mai - hanno detto i due legali - Gabriele è consapevole di quanto accaduto. Lui non guarda la televisione e non usa il cellulare, però ora dopo ora si sta rendendo sempre più conto del dramma e ci sta malissimo».

Al vaglio della polizia stradale ci sarebbe anche la strumentazione di bordo del mezzo pesante e in particolare il cronotachigrafo. Ad Arce intanto, amici e conoscenti di Gabriele, si schierano dalla sua parte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400