Un boato nel cuore della notte ha svegliato e gettato nel panico i residenti di alcune abitazioni nella zona di Sant'Altissimo, ad Arpino. Un muro di contenimento si è letteralmente sbriciolato: terra e detriti hanno invaso la strada al di sotto delle case, bloccando la carreggiata. Gli abitanti hanno inizialmente pensato a una forte scossa di terremoto, tanto è stato il fragore causato dal cedimento del muro. Quando alcuni di loro hanno realizzato cosa fosse accaduto, hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, il sindaco Renato Rea e altri mezzi che si sono messi immediatamente al lavoro per liberare la strada. I pompieri hanno anche dovuto tagliare un grosso abete che poteva causare ulteriore danno e peggiorare una situazione già pericolante. Nell’immediatezza del crollo le famiglie residenti, alcune con bimbi piccoli, hanno deciso volontariamente lasciare le abitazioni e hanno chiesto ospitalità a parenti. In queste ore sono in corso i sopralluoghi tecnici per valutare l'opportunità di far evacuare altre famiglie.