Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









In seicento non pagano la luce votiva, guerra ai furbetti del cimitero

Una veduta del viale di accesso alla parte vecchia del cimitero

0

In seicento non pagano la luce votiva, guerra ai furbetti del cimitero

Ceccano

Le bollette vanno pagate anche se non riguardano la prima o la seconda casa ma l'ultima, quella per l'eternità. Così, come accade per gli utenti morosi dell'acqua o del gas, anche per la luce perpetua del cimitero chi non salda il conto rischia il distacco. E a Ceccano la lista di chi non paga è molto lunga: oltre seicento intestatari di tombe, cappelle e loculi risultati non in regola con i versamenti.

Nelle ultime settimane gli uffici di Palazzo Antonelli hanno concluso l'accertamento delle utenze elettriche del camposanto riferite all'anno 2013. Sui 3.160 titolari complessivi, più di 600 sono risultati morosi, pari a circa il 20 per cento del totale. Eppure non si tratta di una grande cifra: appena 16 euro all'anno di canone. Si profila così una raffica di distacchi. Anche perché il Comune non può fare altro. La riscossione coattiva? A conti fatti, affidare ad Equitalia il recupero delle morosità costerebbe all'amministrazione circa 13 euro per ciascuna bolletta non saldata, vale a dire quasi quanto il mancato incasso. Intanto sono in partenza gli accertamenti relativi al 2014 e una nuova raffica di avvisi sta per essere spedita agli utenti non in regola.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400