Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Vendita Acqua Fiuggi, i dubbi dell'ex partner sul nuovo affidamento
0

Vendita Acqua Fiuggi, i dubbi dell'ex partner sul nuovo affidamento

Fiuggi

Promozione e vendita dell’Acqua Fiuggi, parla la “Milk & Good”, la società che ha gestito il servizio fino all’ottobre 2015 e ha inviato una segnalazione all’Anticorruzione sulla presunta incompatibilità di uno dei membri della commissione che, lo scorso gennaio, ha scelto il nuovo partner. Intanto una precisazione: «A tutt'oggi - scrive la società - dobbiamo percepire i compensi relativi a tutta l'attività svolta per il 2015. L’ultimo compenso ricevuto risale a dicembre del 2015 ed è relativo alle competenze maturate al 31 dicembre 2014».

Detto questo la società ricorda un po’ di numeri: «La distribuzione di Acqua Fiuggi in Italia dal 65% a novembre 2012, data del nostro ingresso, è cresciuta sino a raggiungere il 97% a settembre 2015; le vendite sono aumentate del 45% circa rispetto all'ultimo risultato annuale della gestione precedente, con un incremento del ricavo medio per bottiglia del 13% e quindi del fatturato annuale del 63%». Poi la M&G interviene sulla manifestazione d’interesse sollevando due punti. Primo: «Ad oggi - scrive -nessuna risposta è pervenuta relativamente alle irregolarità da noi contestate e relative alla presenza all'interno della commissione giudicante del dottor Stefano Gualdi, potenzialmente incompatibile e portatore di interessi personali».

Gualdi, con una società di cui è rappresentante legale, la HPB di Anguillara, opera nel settore delle acque. La M&G infine si sofferma sul bando: «Si richiedeva la presenza di una rete vendita capillare su tutto il territorio nazionale. Al momento della presentazione delle proposte, e successivamente alla scelta, per quanto è a nostra conoscenza, la Spumador , società aggiudicataria, non era dotata di una rete capillare su tutto il territorio. È noto che abbia provveduto successivamente all’inserimento e copertura di alcune regioni tra l’altro strategiche per il marchio Fiuggi. Di contro la rete di vendita di M&G, come documentato nella proposta inviata, ha una copertura capillare su tutto il territorio Italiano. Inoltre si deve evidenziare la ‘mission’ pubblicamente dichiarata della Spumador non è la distribuzione di prodotti di marca (operata in maniera limitata e non a livello nazionale) bensì l'imbottigliamento e la produzione per conto terzi; appare evidente come la suddetta società potrà solo trarre vantaggio dal gestire il patrimonio di avviamento commerciale e capillarità distributiva della Fiuggi». La Milk & Good ha fatto richiesta di accesso agli atti all'ATF, ma anche in questo caso nessuna risposta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400