Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Scuola elementare Madonna delle Neve, spiragli per il cantiere

Il degrado in cui versa il cantiere

0

Scuola elementare Madonna della Neve, spiragli per il cantiere

Frosinone

Il cantiere della scuola elementare di Madonna della Neve sarà presto riaperto. Nei giorni scorsi, la Regione Lazio ha erogato al Comune 500.000 euro, anticipati proprio dall’ente, che consentiranno una ripresa dell’intervento. «Chiaramente - dichiara il dirigente del Settore Lavori pubblici, l’architetto Francesco Acanfora - la cifra elargita non consentirà all’amministrazione di portare a compimento l’opera, ma di sicuro ci permetterà di eliminare il degrado che oggi è sotto gli occhi di tutti. Non possiamo azzardare alcun passo più lungo della gamba e i motivi sono ben noti».

Tra l’altro, il governo cittadino è alle prese con un contenzioso con la ditta che anni fa si è aggiudicata l’appalto, che pretende il pagamento dei costi sostenuti per attrezzare l’area con tanto di interessi. «Andrà fatta una riflessione a 360° - aggiunge Acanfora - per capire se potremo andare avanti con la costruzione dell’edificio (che prevede anche una palestra, ndr) oppure se dovremo fermarci dopo aver fatto un po’ di ordine. Tutto dipenderà dalla volontà e dalle possibilità della Giunta Zingaretti di rispettare gli impegni assunti».

La notizia di un riavvio, seppure temporaneo del cantiere, farà certamente piacere ai residente della zona, che denunciano lo stato di abbandono in cui versa il cantiere. «Ci sono erbacce e immondizia ovunque - tuonano - Di giorno è possibile veder scorrazzare topi e altri animali, come gatti e cani randagi. È un’indecenza, che peraltro crea non pochi problemi ad alcuni cittadini che soffrono di allergie. Al di là del fatto che si vada avanti nell’edificazione della scuola elementare, che di sicuro sarebbe per tutto il quartiere una bellissima notizia, ci aspettiamo quanto meno, nell’immediato, che il Comune intervenga per riportare un po’ di decoro. I cittadini non possono pagare ogni volta le conseguenze delle lungaggini burocratiche né dei soliti intoppi che si registrano ogni volta che si apre un cantiere. Quindi, ci appelliamo al sindaco Nicola Ottaviani affinché invii quanto prima del personale per ripulire l’area. Ci aspettiamo una risposta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400