I dipendenti delle Grotte di Pastena protestano per i mancati pagamenti degli stipendi relativi a 23 mensilità. Per ora stanno esponendo cartelli con cui denunciano la loro situazione, ma non si esclude che incrocino le braccia. Sono esasperati: oltre a non aver percepito stipendi per quasi due anni, non sono stati spostati al Parco, come loro promesso nel settembre 2015. La loro posizione resta precaria eppure  lavorano regolarmente assicurando il servizio con continuità. Si sentono abbandonati, dimenticati. Di qui il manifesto che sarà affisso alle grotte e con cui rendono a tutti nota la loro situazione e fanno pressione affinché siano rispettati gli impegni assunti. Il sindaco Arturo Gnesi solidarizza con loro.

(Servizio sull'edizione del 14 febbraio)