Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Hacker si impossessano dell'account del consigliere e inviano filmati hard

Foto d'archivio

0

Hacker si impossessano dell'account del consigliere e inviano filmati hard

Veroli

Gli rubano l’identità su Facebook e inviano video erotici ad amici e conoscenti. Vittima dell’increscioso episodio il consigliere di maggioranza Antonio Perciballi che scoperto l’inganno ha subito denunciato l’intruso alla Polizia postale. Un risveglio di quelli indimenticabili per il delegato alla Protezione civile del Comune di Veroli. Ad allertarlo, ieri mattina, sono stati alcuni conoscenti che ricevuta una richiesta di amicizia dal falso profilo, contenente tra l’altro la foto di Perciballi e quella dei figli minorenni, si sono subito insospettiti. Il consigliere, infatti, aveva già un profilo Fb e il nuovo, con tanto di data di nascita del 1990, ha lasciato non poco perplessi gli amici e i parenti.

Ma a rendere ancora più inverosimile tutta la situazione è stata la condivisione su altri profili di video dall’inequivocabile contenuto hard. A quel punto si è capito subito che si trattava di qualcosa di molto più serio. Senza accettare il contatto, è partita una telefonata al diretto interessato che allarmato e infastidito ha preso subito provvedimenti. Ritenuto offeso il suo decoro, il delegato di maggioranza si è rivolto alle forze dell’ordine competenti.

«Contemporaneamente alla telefonata che mi avvisava del grave fatto - ha raccontato Perciballi - è arrivata la richiesta di amicizia del finto profilo a mia moglie che incautamente ha accettato, ma si è subito insospettita. Sul mio profilo reale non era invece arrivato niente. Resomi conto di essere l’ennesima vittima di un furto di identità, ho chiamato immediatamente la polizia postale. Gli agenti mi hanno poi spiegato che si trattava di un potente virus e che gli hacker erano riusciti a clonare i miei dati approfittando di amicizie in comune».

I ladri di identità avevano creato un account entrando dal profilo aziendale del consigliere. Fortunatamente non sono riusciti ad entrare nei file della società che Perciballi gestisce. Il profilo è stato subito bloccato. Per rimediare all’imbarazzante situazione il consigliere ha postato un messaggio sulla sua bacheca virtuale invitando gli amici a non accettare altre richieste di amicizia da un suo profilo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400