Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









E Pogba rassicurò il piccolo Matteo:  non avere paura, ci sono io insieme a te

La foto apparsa sulla pagina Facebook della Serie A Tim

0

E Pogba rassicurò il piccolo Matteo: non avere paura, ci sono io insieme a te

Frosinone

Sta facendo il giro della nazione, sui social e su tutti i media, il bellissimo siparietto che domenica pomeriggio al Comunale di Frosinone ha visto protagonista il centrocampista della Juventus Paul Pogba e la piccola mascotte del Frosinone, Matteo Cialone.

Durante l’ingresso in campo il “fenomeno” bianconero ha “perso” la mano del bimbo che, una volta schierati in campo, si è ritrovato davanti a Bonucci, mentre l’ultimo bimbo, quello che accompagnava Dybala, era rimasto senza alcun giocatore della Juve. E così Bonucci ha preso il piccolo Matteo, lo ha sollevato e messo davanti a Pogba, “rimettendo ordine” alla “fila”. Matteo, cinque anni da compiere il prossimo 5 aprile, è rimasto un po’ perplesso. Pogba se n’è accorto e gli ha chiesto se tutto era ok. «Ho paura», è stata la risposta di Matteo, come ci ha raccontato il papà del bambino, Giuseppe.
«A quel punto - ha continuato il signor Cialone - Pogba gli ha detto di non averne perché c’era lui e doveva stare tranquillo. E lo ha abbracciato». 
Un episodio che il papà del piccolo Matteo, juventino doc e di quelli di fede incrollabile, non dimenticherà mai.

Giuseppe Cialone ha colto l'occasione per ringraziare chi ha permesso di vivere al piccolo Matteo, e di riflesso a lui, questa bellissima e indelebile esperienza.
«Matteo è sceso in campo mano nella mano con Pogba grazie a mio cugino, Vittorio Ficchi, che quindi voglio ringraziare pubblicamente. E poi voglio dire grazie anche al giocatore della Juventus per aver trattato amorevolmente il mio bambino».

(AMPIO SERVIZIO NELL'EDIZIONE IN EDICOLA DOMANI, MERCOLEDI' 10)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400