Strangolato dalla sciarpa incastrata nel generatore elettrico: disposta l'autopsia sulla salma di Renato Mattei, che è stata trasportata nella camera mortuaria del cimitero di Sora a disposizione dell’autorità giudiziaria. Mentre in un primo momento sembrava fosse sufficiente solo un’ispezione cadaverica esterna, poi il magistrato ha disposto l’autopsia che, con molta probabilità, sarà fissata per lunedì o martedì. Solo dopo che il corpo verrà restituito alla famiglia, si potranno disporre le esequie funebri dell'imprenditore sessantenne. Renato Mattei era molto conosciuto a Campoli Appenino e anche in molti altri paesi della provincia per la sua attività lavorativa nel campo dell’edilizia. Della sua sua morte e delle terribili modalità che l’hanno causata l'intero paese di dice ancora incredulo.