La terra è tornata a tremare in modo molto pesante al L'Aquila. Ieri sera alle 23.41 la gente è stata svegliata da un forte boato dovuto ad una scossa di magnitudo 3.2 rilevata dai sismografi del Centro Nazionale Terremoti. Nove chilometri la profondità del sisma. Immediatamente la popolazione, memore del tragico terremoto del 2009, si è riversata in strada, dove in molti hanno passato la nottata. 

Nuova scossa questa mattina alle 7.22, anche questa, seppur molto più lieve, di magnitudo 2.1 (profondità 10 chilometri), avvertita da buona parte della popolazione e rilevata dalla rete nazionale del Centro Nazionale Terremoti. 

Per fortuna non sono stati registrati feriti o danni. La paura, però, è stata e resta tantissima.