Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Nicola Ottaviani

Il sindaco Nicola Ottaviani

0

Smog, Ottaviani rilancia ad "Uno Mattina" e propone un tavolo istituzionale alla Regione

Frosinone

E già nei mesi scorsi il primo cittadino aveva sottolineato «che sta emergendo una singolare coincidenza tra i livelli di inquinamento idrogeologico della Valle del Sacco e quello dell’atmosfera nei Comuni lambiti dal fiume». Su questo presupposto Ottaviani aveva presentato un dossier alla Procura della Repubblica. Ora Nicola Ottaviani aggiunge: «I dati vanno anche analizzati nel dettaglio. A Frosinone ci sono due centraline: quella di viale Mazzini(dove i valori sono in linea con i profili e i parametri nazionali) e quella dello Scalo (dove invece gli sforamenti sono numerosi).

Viene preso in considerazione il dato più negativo, ma si potrebbe anche effettuare una media tra i valori delle due centraline. Detto questo comunque, nei giorni scorsi il consiglio comunale ha approvato una delibera con la quale chiede alla Regione di modificare il Piano di risanamento. Puntando su un’ottica intercomunale, dal momento che l’aria si sposta». Aggiunge: «A Frosinone ci sono due centraline di rilevamento, a Roma, a quanto mi risulta, dieci. Ora il rapporto tra il capoluogo ciociaro e la Capitale, su tutti i parametri più importanti, è di 1 a 80. Il che mi induce a ritenere che a Roma dovrebbero esserci 160 centraline seguendo questo rapporto. Voglio soltanto dire che ho l’impressione che sull’inquina - mento da polveri sottili si concentri l’attenzione più sui centri medi che su quelli grandi».

Aggiunge Ottaviani: «Ho detto e confermo che va superata la logica dell’eco - logia dell’emergenza e che i Comuni non possono essere lasciati soli». Nella delibera con la quale si chiede alla Regione di modificare il Piano di risanamento della qualità dell’aria, in un punto si propone «di vietare l’installazione di impianti biomasse finalizzati alla produzione di energia elettrica nei Comuni ricadenti nella zona A e comunque la cui quota altimetrica è inferiore ai 300 metri». Inoltre, si propone l’attivazione di un tavolo istituzionale «per affrontare in maniera urgente le problematiche relative allo stato della qualità dell’aria nella città di Frosinone e più in generale nella zona territorialmente individuata come Valle del Sacco».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400