Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Uccide la moglie davanti al figlio nella giornata contro la violenza sulle donne

Foto d'archivio

0

Sequestrata e picchiata dall'ex marito: terrore per una 55enne

Sora

L’ex marito l’ha chiamata e le ha chiesto di andare da lui nella sua abitazione. La donna, non immaginando che da lì a poco si sarebbe scatenato l’inferno, lo ha raggiunto. È entrata nella casa del suo ex, di 69 anni, ma è stata sequestrata, minacciata con un coltello e aggredita. Attimi di terrore vissuti da una cinquantacinquenne, salvata da una vicina, prima, e dai carabinieri, dopo. Per lui sono scattate le manette con l’accusa di sequestro di persona e lesioni. È quanto accaduto ieri mattina nella zona in via Edoardo Facchini.

I fatti

Il pensionato in mattinata ha telefonato alla sua ex e le ha chiesto di incontrarsi. Si sono visti a casa dell’uomo. Da una prima ricostruzione dell’accaduto, il sessantanovenne ha chiesto alla donna la somma di circa trentamila euro. Donna che ovviamente si è rifiutata di dare e da lì ne sarebbe scaturita una violenta discussione. Il sorano ha chiuso la porta a chiave, ha preso un coltello e lo ha puntato sul petto della ex minacciandola di morte. Le urla sono state udite da una vicina che è subito corsa a capire cosa stesse accadendo. Arrivata nella casa del sessantanovenne ha visto la donna sotto choc e spaventata. Insieme sono riuscite a fuggire in strada, ma l’uomo le ha raggiunte. Nel frattempo è arrivata una chiamata ai carabinieri. In poco istanti gli uomini dell’Arma sono arrivati sul posto e sono riusciti a bloccare l’ex marito violento evitando così il peggio.

Per lui sono scattate le manette ai polsi, mentre la quarantacinquenne è stata accompagnata al Pronto soccorso dell’ospedale “S.S. Trinità” di Sora. I medici le hanno riscontrato una prognosi di quindici giorni. Anche l’arrestato ha dovuto far ricorso alle cure dei dottori perché è stato colto da un malore. Dimesso dopo qualche ora è stato accompagnato in carcere. Deve rispondere dell’accusa di sequestro di persona, minacce e lesioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400