Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Il picco influenzale è arrivato: in tanto costretti a letto
0

Il picco influenzale è arrivato: in tanti costretti a letto

Provincia

Non si è fatto attendere: il picco influenzale è arrivato.

 Tutta Italia è alle prese con il picco influenzale del 2016 e, come rivela l’Istituto Superiore di Sanità, i casi sono in continuo aumento. Le regioni dove sono stati registrati più casi sono Trento, le Marche seguite dal Lazio. Per prevenire efficacemente l’influenza è necessario sottoporsi al vaccino che viene consigliato per le persone con più di 65 anni, i malati, i bambini e gli operatori sanitari.

Ai primi sintomi dell’influenza è opportuno stare a riposo, a casa in modo da ridurre le possibili complicanze ed evitare il contagio. L’influenza, tranne in rari casi, guarisce in maniera spontanea nell’arco di una settimana circa.

Quando però i sintomi si acuiscono e la febbre non passa è fondamentale chiedere l’intervento del proprio medico di famiglia. L’influenza del 2016 si manifesta, soprattutto, con rialzo termico, mal di gola, mal di testa e dolori muscolari; può essere associata anche con accessi di tosse e stanchezza. Le manifestazioni possono essere differenti, soprattutto se riguardano i più piccoli che possono accusare, per esempio, dolori addominali e diarrea.
Per prevenirla, oltre a sottoporsi al vaccino se necessario, occorre seguire alcune semplici norme igieniche, come per esempio lavare sempre le mani prima di mangiare o di cucinare; inoltre, bisogna evitare gli sbalzi termici e vestirsi a cipolla, in modo da potersi alleggerire quando si entra in ambienti riscaldati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400