L’ora del test è arrivata. Questa mattina, dopo anni di stop, l’ascensore inclinato verrà rimesso in moto.
Dopo i lavori sull’alimentazione della cabina, eseguiti dalla ditta Ferrari Srl di Roma che si è aggiudicata la gara, oggi si testeranno le nuove batterie. Se la prova darà esito positivo, sarà pronto per il collaudo definitivo dell’Ustif, organo periferico del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, che dovrà rilasciare il nulla osta.
Gli uffici tecnici del Comune ci credono. Sono convinti che questa sarà la volta buona, tanto che è stato già individuato il responsabile dell’impianto, l’ingegner Cordeschi de L’Aquila, chiamato a dare le direttive attuative, e si stanno esaminando i tre candidati al ruolo di capo servizio, figura che gestirà materialmente l’ascensore, intervenendo in caso di guasto.

(Servizio sull'edizione del 27 gennaio)