Lo dichiara la senatrice del Pd Maria Spilabotte. Aggiunge: "In vista del disegno di legge Cirinnà (Unioni Civili) che sarà in aula il 28 gennaio, è importante questa manifestazione che evidenzia come sia giunta l’ora di agire, di farsi sentire, di prendere posizione. Il testo non prevede il matrimonio egualitario e se vogliamo colma solo parzialmente la distanza tra l’Italia e i paesi più avanzati dell’occidente, ma vista la situazione politica attuale ed il nostro pensiero spesso retrogrado, ci accontentiamo di questa legge che comunque si avvicina agli standard europei. Le stepchild adoption, cioè la possibilità di adottare il figlio o la figlia naturale del compagno o della compagna, sono il minimo che si possa ottenere a tutela delle famiglie omosessuali (che in Italia sono già realtà). Pertanto sono a favore del disegno di legge Cirinnà e mi adopererò affinchè venga approvato senza ulteriori modifiche al ribasso".