Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Omicidio Mollicone: una nuova pista potrebbe portare alla scoperta dell’assassino

I rilievi dei carabinieri del Ris nella caserma dei carabinieri di Arce

0

Omicidio Mollicone: una nuova pista potrebbe portare alla scoperta dell’assassino

Arce

Si scava ancora, senza sosta. La partita è ancora aperta. E il vero nemico con cui confrontarsi, ancora una volta, è il tempo. Lo sanno gli inquirenti che stanno mettendo a disposizione tutta la loro expertise. Lo sa la famiglia di Serena che attende con grande fiducia la svolta. E i nuovi campi d’indagine da solcare, ora, non potranno che essere quelli della ricerca di altro Dna.

La novità

Nel fine settimana verrà conferito un nuovo incarico: gli uomini del Ris, mentre vanno avanti nei necessari quanto certosini accertamenti in atto, dovranno occuparsi anche di una nuova pista. Quella legata alla presenza di ulteriori tracce di Dna sul materiale già repertato.

Tracce, secondo i beninformati, che magari 15 anni fa non sono saltate fuori. Gli innovativi mezzi di analisi scientifica da una parte, il campionamento a tappeto dall’altra: la strada in cui incardinare le indagini riaperte nella consapevolezza di trovare la mano assassina è stata già individuata.

È una ricerca propedeutica a confronti mirati, necessaria a fugare qualsiasi dubbio e dare al giallo di Arce finalmente una svolta. Mentre sale l’attesa per sapere quando papà Guglielmo, assistito dall’avvocato De Santis, potrà attendere il ritorno a casa di sua figlia ancora nelle mani degli esperti del Labanof di Milano (dopo la riesumazione) e dopo gli accertamenti eseguiti la scorsa settimana sulle impronti digitali, ora lo step successivo è legato alla ricerca di ulteriori tracce di Dna: tracce che non possono mentire.

Nessuna delle piste è stata tralasciata e le indagini proseguono su più livelli. La verità appare sempre più vicina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400