Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Diciannovenne partorisce in strada: gli amici salvano lei e il bimbo
0

Diciannovenne partorisce in strada: gli amici salvano lei e il bimbo

Lecce

Esce con gli amici di sabato sera, ma partorisce in mezzo alla strada. È successo sabato notte a Porto Cesareo, in provincia di Lecce, protagonista una ragazza di 19 anni che, prima è stata con tre amici a girare per i locali della movida leccese, poi ha deciso di recarsi a Porto Cesareo per svagarsi fino a notte fonda. Mentre erano in macchina però, la ragazza, di cui non sono state rese note le generalità, ha chiesto di accostare per un bisogno fisiologico. Con lei è scesa un'amica, minorenne, che la aspettava a distanza.

Dopo alcuni minuti la diciassettenne, non vedendo tornare la ragazza e sentendo dei vagiti, si è avvicinata e con grande sgomento ha trovato l'amica accovacciata e sporca di sangue e vicino a lei il piccolo appena nato.
La neo mamma, dopo aver tagliato il cordone ombelicale sembrava volersi disinteressare del neonato, ma fortunatamente uno dei ragazzi che erano con lei lo ha preso e avvolto in un plaid. Successivamente ha trasportato entrambi al pronto soccorso dell'ospedale di Nardò.

Madre e figlio sono stati trasferiti d'urgenza in codice rosso all'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove si trovano tutt'ora in buone condizioni. Il personale dell'ospedale ha informato dell'accaduto gli agenti del commissariato locale, mentre i tre ragazzi testimoni del singolare parto hanno dichiarato di non essersi mai accorti che la ragazza fosse incinta: l'avevano conosciuta da poco e indossava sempre giacche molto larghe. 

Massimo riserbo sulla vicenda. La privacy della ragazza va tutelata. Un racconto confuso il suo, che avrebbe dichiarato di aver tenuto nascosta la gravidanza per 9 mesi e di non volere il piccolo, che quindi potrebbe finire in adozione non appena trascorsi i tempi previsti dalla legge per un eventuale ripensamento. Le indagini sono condotte dagli agenti del Commissariato di Nardò al comando del vicequestore Pantaleo Nicolì.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400