Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Fine anno all'insegna della povertà: in Ciociaria emergenza sociale infinita

L'assessore ai Servizi sociali Carlo Gagliardi

0

Fine anno all'insegna della povertà: in Ciociaria emergenza sociale infinita

Provincia

La crisi economica, la povertà che dilaga, la disoccupazione e la difficoltà a produrre reddito: in Ciociaria il quadro è a tinte fosche e un’inversione di tendenza sembra sempre più difficile anche a causa dei tagli ai trasferimenti agli enti locali che si trovano a far fronte da soli, o nel migliore dei casi con l’aiuto di associazioni onlus, a continue emergenze.

L’assessore ai Servizi sociali Carlo Gagliardi, in conferenza stampa per illustrare le attività portate avanti negli ultimi tre anni, si è detto soddisfatto, nonostante il contesto avverso, dei risultati raggiunti. 

"I servizi e gli interventi sono stati numerosi - ha detto - abbiamo garantito assistenza domiciliare, assicurato centri diurni per minori e disabili, per famiglie, guardato a chi combatte con gravi patologie, come l’Alzheimer, che oggi può trovare a Giuliano di Roma grandi professionalità e questo nonostante le difficoltà derivanti dal fatto che gli ultimi fondi che ci sono stati erogati dalla Regione Lazio siano quelli relativi al 2013. Per lo scorso anno e quest’anno, infatti, ancora non abbiamo ricevuto nulla dei milioni, circa 9, che spettano ai 23 comuni del Distretto sociale B, di cui Frosinone è capofila". L’unico nel Lazio, come ha avuto modo di sottolineare il dirigente del settore Welfare Antonio Loreto, ad aver avviato una gestione unitaria dei servizi, di cui si parlerà in un prossimo convegno alla presenza del governatore Zingaretti.

Gagliardi ha affrontato anche il problema dell’emergenza abitativa e degli ostacoli che si incontrano nell’assegnare gli alloggi popolare: "Troppi sono occupati abusivamente. Ciononostante dal 2013 siamo riusciti a consegnarne 15 a chi ne ha veramente bisogno e rispettando la graduatoria".

Diverse le iniziative che verranno messe in campo per aiutare le famiglie in difficoltà. Il prossimo 28 gennaio verrà pubblicato un avviso pubblico per l’assegnazione di contributi (si parlerebbe in totale di oltre 300 mila euro) che saranno impiegati per il pagamento delle bollette del gas: "Potremo dare fino a 1.500 euro - ha precisato Gagliardi - Ovviamente, chi ne farà richiesta dovrà anche presentare congrua documentazione che attesti il disagio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400