Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









La sede della Asl di Frosinone

La Asl di Frosinone

0

Nuove assunzioni alla Asl, pioggia di reazioni. E di polemiche

Frosinone

L'annuncio del commissario Luigi Macchitella della volontà di richiedere l'assunzione di cento medici nel 2016 ha acceso il dibattito. Il presidente dell'ordine dei medici Fabrizio Cristofari ha detto: «Finalmente. E' da tempo che chiediamo di intraprendere questa strada». L'ex direttore generale Isabella Mastrobuono ricorda che il progetto di utilizzare le risorse dell'acquisto di prestazioni aggiuntive per assumere nuovi medici è partito da lei.

«Finalmente. Era quanto chiedevamo da tempo e ci fa piacere che adesso il commissario Luigi Macchitella abbia annunciato che nel 2016 intende provare ad assumere cento medici». Fabrizio Cristofari, presidente dell’ordine provinciale dei medici, non nasconde la soddisfazione. Dice: «La strada è quella giusta, utilizzare cioè le risorse destinate a straordinari e acquisto di prestazioni aggiuntive. A questo punto però è fondamentale che i consiglieri regionali eletti in provincia si adoperino per ottenere il risultato. È fondamentale partire con bandi e avvisi dal primo gennaio, dal momento che finalmente il progetto è stato impostato. Mi permetto di ricordare che come ordine dei medici avevamo da tempo individuato necessità e percorso».
«Soltanto per dare a Cesare quel che è di Cesare». La professoressa Isabella Mastrobuono, ex direttore generale della Asl di Frosinone, fa sapere che la proposta di assumere cento medici, abbattendo il ricorso alle prestazioni aggiuntive, l’aveva avanzata lei nel giugno scorso alla Regione Lazio. In una lettera riguardante proprio il Piano triennale delle assunzioni.
Nella nota si leggeva: «Priorità, così come ampiamente testimoniato dalle numerose relazioni e richieste di personale inviate in Regione, per quelle figure professionali la cui carenza comporta la necessità, al fine di garantire la continuità assistenziale, del ricorso all’acquisto di prestazioni aggiuntive. La prospettiva di abbattimento del ricorso a prestazioni aggiuntive, seppur non completa, attraverso tale prospettiva di assunzioni comporta, comunque, economie legate ad un migliore utilizzo del personale presente, anche per quel che concerne il dovuto recupero psico-fisico dello stesso ed il rispetto dei connessi istituti contrattuali».
E ancora: «Relativamente al personale del comparto, sono state confermate le esigenze e le priorità di cui a precedente corrispondenza e, analogamente all’area della dirigenza, è stata data priorità per quelle figure professionali che concorrono ad assicurare l’attività assistenziale in regime di lavoro straordinario con la finalità, parimenti, di addivenire ad un abbattimento dello stesso». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400