Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Stirpe stavolta boccia i suoi:

Il presidente del Frosinone Maurizio Stirpe

0

Stirpe stavolta boccia i suoi:
"Pessima gara, sconfitta meritata"

Serie A

È arrivata la prima sconfitta pesante della stagione, sia pure al cospetto di una squadra che certo non per caso è al primo posto della classifica. La Fiorentina ha segnato quattro reti al Frosinone, in venti minuti da incubo, e stavolta le attenuanti proprio non ci sono.

Questa è anche l’analisi del presidente del club giallazzurro, Maurizio Stirpe, che ha così commentato il match del Franchi: «Una pessima prestazione e una sconfitta meritata. L’approccio non è stato quello giusto e la forza dell’avversario ha fatto il resto. Non era questa la gara dalla quale fosse lecito attendersi un risultato eclatante ma certamente sono deluso dalla prova dei ragazzi, che oggi hanno smarrito quelle caratteristiche peculiari indispensabili per non sfigurare in massima serie. Se una piccola attenuante può essere concessa, è legata al fatto che una volta di più lontano da casa gli episodi non ci hanno certo favorito. Il loro gol dell’1-0 è stato assolutamente casuale, segnato praticamente dal vento, e inoltre ritengo ci fosse un evidente rigore su Ciofani quando il risultato era ancora a reti bianche. Continuiamo a non essere aiutati dalla buona sorte, ma stavolta, al di là di questa considerazione, va riconosciuto che la sconfitta è sacrosanta».

Un peccato che il ritorno in campo di un giocatore simbolo come Zappino, pur in presenza di una sua buona prestazione, sia stato caratterizzato da un risultato così negativo?
«Mi dispiace molto perché Massimo non merita di essere accostato a una sconfitta pesante della quale mi pare decisamente il meno responsabile. Dei nostri giocatori non è certo lui quello al quale si possano imputare colpe per questo match».

A dispetto degli inviti suoi e del mister Stellone a non sentirsi appagati dal successo sul Carpi, ritiene che un pochino possa aver inciso la “pancia piena” dopo le tre vittorie casalinghe di fila?
«Mi auguro di no, perché significherebbe che i giocatori non ci ascoltano. Non credo comunque che si possa addebitare l’approccio non felice ai buoni risultati colti in precedenza. Sappiamo bene che i punti raccolti in casa non potranno da soli regalarci la salvezza. Di conseguenza sarà bene cercare con tutte le nostre forze risultati utili anche in trasferta. Ritengo comunque che non sarà semplice neanche per le altre squadre che recheranno visita a questa Fiorentina. Devo davvero complimentarmi con i viola per come hanno giocato».

L’analisi del presidente Stirpe finisce qui. Il Frosinone da oggi dovrà ricominciare a pensare a una gara casalinga da vincere per “ossigenare” una classifica che comunque la vede ancora fuori dai tre posti della zona rossa. Col Genoa l’ennesimo spareggio. Ce ne saranno tanti in questa stagione, e al Frosinone non sarà consentito sbagliare. Con grinta, caparbietà e coraggio i giallazzurri affronteranno le prossime gare. Una giornata un po’ così può starci. Specie al cospetto della prima della classe. Purché resti soltanto una spiacevole eccezione alla regola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400