Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Soddimo:
0

Soddimo: "La Serie A è difficile,
ma andiamo avanti per la nostra strada"

Serie A

“Per me domenica è stata la prima volta all'Olimpico: confesso che ho avuto i brividi nel sentire i cori dei nostri tifosi nel riscaldamento pre-gara e durante tutto il match: speriamo che possano accompagnarci in ogni trasferta per trasmetterci la loro passione”. Danilo Soddimo, autore del primo, storico gol del Frosinone nella massima serie, ha analizzato in conferenza stampa questo primo segmento di stagione: “Siamo stati troppo timorosi in alcune gare? Io non la vedo così. Forse dobbiamo scendere in campo “a spada tratta”, diciamo così, senza paura; dobbiamo giocare come facevamo l'anno scorso. Ma in Serie A se sbagli ti puniscono subito: è una categoria difficile, ma non solo per noi. Lo dimostra il fatto che c'è grande combattività ed equilibrio in ogni gara”.

Il numero 10 giallazzurro ha aggiunto: “Andiamo avanti per la nostra strada: le prestazioni ci sono state, l'unico rammarico è quello di aver forse raccolto meno punti rispetto a quelli che meritavamo. Tutti i ragazzi hanno fatto bene quando sono stati chiamati in causa: l'ultimo è stato Bertoncini, che domenica era alla prima da titolare e ha giocato una grande gara. Il clima nello spogliatoio dopo la sconfitta con la Lazio? Eravamo dispiaciuti, come è ovvio, ma il gruppo è compatto e l'atmosfera è serena: lo spirito deve essere quello di voler rialzare sempre la testa”.

Una battuta anche sulla Sampdoria, squadra nella quale è cresciuto calcisticamente e prossima avversaria del Frosinone: “Sono arrivato in blucerchiato a 13 anni, ho fatto tutte le giovanili lì e ho esordito in Serie A e in Coppa Italia con Novellino: ho un bellissimo ricordo di quegli anni. E' una squadra molto compatta, ma temo in particolare Eder e Muriel. Qualche giornalista ha fatto il mio nome in ottica Nazionale? Il mio sogno era quello di giocare in A e l'ho realizzato, poi a chi non farebbe piacere la maglia azzurra? Ora però penso solo al Frosinone. Se strada facendo dovesse arrivare una chiamata, sarei la persona più felice del mondo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400