Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Scarcerato l’ex maresciallo dei carabinieri

Un momento della conferenza stampa di carabinieri e polizia a seguito dei sei arresti

0

Scarcerato l’ex maresciallo dei carabinieri

Frosinone

Era nell’auto che trasportava i venti chili di hashish che erano prelevati da una casa abbandonata ad Arnara. In un’operazione congiunta di carabinieri e polizia, una decina di giorni fa erano finiti agli arresti in sei, quattro napoletani, un sudamericano e un ceccanese. In una delle auto dei napoletani c’era però un ex maresciallo dell’Arma, Giovanni Sgura 65 anni, originario di San Vito dei Normanni, ma da tempo residente in Campania.

Al momento del controllo, l’uomo avrebbe esibito la fotocopia del tesserino di servizio utilizzato per oltre trent’anni. Per l’accusa, una sorta di lasciapassare per evitare che l’auto venisse perquisita. Ma non è servito. Nascosti c’erano venti chili di hashish. Così anche per Sgura è scattato l’arresto insieme agli altri cinque. Ma ieri, l’uomo, assistito dagli avvocati Riccardo Masecchia e Giampiero Vellucci, ha ottenuto gli arresti domiciliari.

Il gip, a seguito di un’istanza dei legali, sulla base anche di un recente intervento chirurgico al quale Sgura si è sottoposto per una grave patologia, ha ritenuto le sue condizioni di salute incompatibile con la detenzione in carcere. Ma non solo. Le esigenze cautelari inoltre sono state ritenute non particolarmente gravi da richiedere la custodia in carcere.

Nel frattempo le indagini, condotte da polizia e carabinieri in Ciociaria e in Campania, andranno avanti anche per verificare l’effettiva consapevolezza dell’ex sottufficiale sul trasporto della droga. L’uomo potrebbe anche esser stato usato dalla banda proprio per evitare sgraditi controlli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400