Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Allerta terrorismo, setacciati treni e stazioni

Foto d'archivio

0

Allerta terrorismo, setacciati treni e stazioni

Frosinone

Allerta in tutte le stazioni ferroviarie. Da quelle grandi a quelle piccole e periferiche. Con l’innalzamento dei livelli d’attenzione contro il terrorismo anche nelle stazioni della Ciociaria la vigilanza è stata intensificata. E gli ultimi due mesi per la polizia ferroviaria sono stati di intenso lavoro.

Da una parte dunque l’allerta terrorismo, dall’altra l’esodo per le vacanze con il treno che rappresenta uno dei mezzi per spostarsi verso le località turistiche della penisola o verso gli aeroporti.

I servizi della polfer hanno interessato ad ampio raggio le stazioni, le stanze d’attesa, i treni in transito sulla linea normale come pure sull’alta velocità e, conseguentemente, i passeggeri e i loro bagagli. Tanto che non è mancato l’utilizzo del metal detector. In attuazione delle direttive ministeriali e provinciali di allerta, gli uomini guidati da Roberto Mastracco, responsabile del posto polfer di Frosinone, hanno intensificato al massimo i servizi di prevenzione e vigilanza per motivi di sicurezza e a tutela dei viaggiatori, anche in considerazione dell’aumento del volume in vista delle partenze per i luoghi di villeggiatura.

I servizi ovviamente hanno interessato tutte le tratte e tutte le regioni. I controlli si sono concentrati sulle stazioni, sui luoghi di servizio, come pure per il pattugliamento dei luoghi di maggiore aggregazione ed il rafforzamento delle scorte a bordo di treni passeggeri, compresi i treni dell’alta velocità. In qualche caso, a campione, è stato effettuato il controllo dei bagagli con il metal detector. In particolare nel mirino sono finite molto spesso valigie incustodite o che parevano tali, borse di grandi dimensioni o che sembravano poter contenere oggetti sospetti o pericolosi.

In questi due mesi, il posto polfer di Frosinone ha eseguito l’arresto di due persone, mentre ne ha denunciate quattro. Le scorte sui treni sono state 554 con 410 pattugliamenti lungo la linea ferroviaria normale e ad alta velocità. Identificate 1433 persone, e rintracciati 11 minori, per lo più stranieri in fuga da case di accoglienza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400