Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Un dibattito urgente sul Dea

L'Ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone

0

Neonata morta in ospedale, oggi l'autopsia

Frosinone

Sarà eseguita oggi l’autopsia sul corpo della bambina nata morta il 30 luglio. Al momento la procura di Frosinone che, su denuncia dei genitori, indaga per l’ipotesi di reato di omicidio colposo ha messo sotto inchiesta sette persone. Si tratta dei sei componenti l’equipe medica dell’ospedale Fabrizio Spaziani presente al momento del parto, tra ginecologi, anestesista e pediatra, nonché il medico che aveva in cura la madre. E proprio la mancata notifica dell’avviso a quest’ultimo ha fatto spostare a oggi l’autopsia.

Dopo il tragico evento, i familiari della bimba, affranti dal dolore, hanno chiesto l’intervento dell’autorità giudiziaria. È stata così presentata una denuncia ai carabinieri di Frosinone che sono stati incaricati dal sostituto procuratore Barbara Trotta di effettuare le indagini del caso. Come da prassi è stata sequestrata la cartella clinica, in modo da ricostruire tutti gli interventi effettuati dall’entrata in ospedale della mamma fino al decesso della neonata.

Al tempo stesso era stato chiesto anche il sequestro della placenta. Tre degli indagati, assistiti dagli avvocati Nicola Ottaviani, Antonio e Vittorio Perlini, hanno incaricato dei periti di eseguire l’esame autoptico. Sono stati nominati così ginecologi e medici legali nelle persone dei dottori Arduini, Grande e Lucidi per le operazioni peritali. Anche glialtri indagati,verosimilmente, per potersi meglio difendere dalle eventuali accuse che potrebbero esser loro contestate nomineranno dei propri consulenti di parte. La famiglia invece si è ri volta all’avvocato Vasari.

L’autopsia dovrà chiarire quanto accaduto in sala parto se la piccola è nata già morta o se è deceduta subito dopo per gravi complicanze. E quindi se la morte sia riconducibile a un’eventuale colpa medica dei sanitari di servizio o se si sia trattato di un evento imprevedibile e non evitabili. In base ai risultati dell’esame l’inchiesta prenderà una piega ben precisa.

Solo una volta conclusi questi accertamenti il corpicino della piccola potrà essere riconsegnato ai familiari per la celebrazione dei funerali. Sabato, infatti, quando era tutto pronto per il lieto evento qualcosa non ha funzionato per il verso giusto. L’attesa della nuova venuta, cullata per nove mesi dai genitori e dai loro parenti, è stata frustrata dal triste epilogo. Tentate anche delle manovre di rianimazione, ma tutto è stato vano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400