Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Bonifica viadotto Biondi Segnali positivi dalla Regione

La frana del viadotto Biondi

0

Bonifica viadotto Biondi
Segnali positivi dalla Regione

Frosinone

Qualcosa comincia a muoversi. Ben poco, a dire il vero. Ma è pur sempre un inizio.

La Regione Lazio, nello specifico la Direzione infrastrutture, ambiente e politiche abitative, ha nominato, con determinazione dello scorso 30 luglio, il responsabile del procedimento, l’architetto Giorgio Maggi, e il direttore dei lavori, l’ingegnere Michelangelo Papa, che sovrintenderanno al futuro intervento di bonifica e messa in sicurezza del viadotto Biondi. Una misura che arriva a distanza di quasi due anni e mezzo dalla frana che ha causato la chiusura della strada, ancora oggi inaccessibile.
L’altra novità riguarda la bocciatura del ponte Bailey, soluzione prospettata dall’Amministrazione Ottaviani per accorciare i tempi di ripristino della funzionalità dell’arteria.
«In occasione della riunione con il Comune di Frosinone (e relativi consulenti) - si legge nella determinazione - e con il Genio Civile Lazio Sud, per discutere della fattibilità della posa in opera di un ponte Bailey per bypassare la nicchia di distacco della frana e riaprire parzialmente la circolazione, i rappresentanti del Genio Civile hanno espresso forti perplessità sulla sua reale fattibilità».
Si procederà, quindi, all’attuazione del progetto (in realtà erano due ma verranno accorpati) elaborato dall’ingegnere Francesco Federico, al quale la Regione ha conferito l’incarico, per un importo di 2 milioni 735 mila 584,55 euro.
È stato altresì stabilito che «vista l’urgenza (la presa di coscienza dell’urgenza è arrivata dopo oltre due anni, ndr) di attuare l’intervento, questo non è stato inserito nell’atto di programmazione triennale».
Insomma, alla fine, sebbene con grande ritardo, la Regione Lazio ha deciso di fare la propria parte e di intervenire per risolvere un problema che ha messo in ginocchio il capoluogo. Fare previsioni sui tempi è però impossibile. Sicuramente, prima di vedere un cantiere ne passerà ancora. Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, nell’ultima visita a Frosinone, aveva parlato della fine dell’anno.
Ottimista non lo è neanche il consigliere comunale Danilo Magliocchetti: «Di positivo c’è che finalmente la Regione pone in essere atti concreti con la nomina del responsabile unico del procedimento e del direttore dei lavori, ma di contro c’è il dato inequivocabile che non verranno rispettai le scadenze promesse da Zingaretti e che si è perso del tempo in progettazioni e incarichi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400