Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Monti Lepini: obiettivo sicurezza. In programma la realizzazione di tre rotatorie

Una delle rotatorie realizzate lungo la Monti Lepini

0

Monti Lepini: obiettivo sicurezza. In programma la realizzazione di tre rotatorie

Frosinone

Le croci piantate lungo la Monti Lepini, che ogni anno vengono installate a ricordo delle vittime della strada, sono figlie di quegli incroci maledetti che fino a qualche anno fa dividevano in due la città. La messa in sicurezza della strada killer è sempre stata tra le priorità delle amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni. L’appalto, risalente alla precedente giunta, è finito al centro di un’inchiesta della procura della Repubblica. Tanto che i lavori hanno subito un lungo stop. Ora l’esecutivo Ottaviani intende spingere sull’acceleratore, realizzando tre nuove rotatorie. Non escludendo la possibilità di crearne una quarta in prossimità del casello autostradale. Il progetto prevede due fasi. La prima riguarderà l’accensione della pubblica illuminazione e la bitumazione delle rotatorie già realizzate. Gli incarichi sono stati assegnati dal dirigente Elio Noce. L’operazione scatterà entro quaranta giorni. Contestualmente si sta ipotizzando lo scorrimento della vecchia gara di aggiudicazione. In questo modo si accelererebbero i tempi per la realizzazione del secondo tratto che va da via Armando Fabi fino all’uscita del casello dell’autostrada.

La scelta dell’amministrazione sarà anche quella di non dare vita al sottopasso di Madonna della Neve, perché ritenuto problematico, costoso e insicuro. Si procederà, quindi, alla valorizzazione della rotatoria già realizzata. La spesa ulteriore ammonta a 25.000 euro. “La vicenda della Monti Lepini – spiega il sindaco Ottaviani - risultava sicuramente difficile sotto il profilo del groviglio amministrativo per via degli atti attualmente in valutazione anche da parte dell’autorità giudiziaria. Per evitare di dover attendere i tempi biblici delle sentenze, abbiamo optato per la soluzione della messa in sicurezza delle quattro rotatorie già realizzate, con attività tecnica eseguita direttamente dal Comune. Per le ultime tre si procederà con nuove imprese, secondo le procedure ritenute più idonee da parte dell’ufficio tecnico. È evidente - fa notare il primo cittadino - che bisogna sempre contemperare le consuete lungaggini connesse alle questioni giudiziarie con la veloce realizzazione delle opere pubbliche. Anche per evitare di trasformare in obsoleti i progetti approvati parecchi anni prima. Per quanto riguarda la rotatoria davanti al casello autostradale, stiamo chiedendo all’Astral una collaborazione economica, anche sulla base del fatto che in altre realtà, come Cassino e Sora, la stessa società ha effettuato medesimi interventi. Mentre, e stranamente, Frosinone è rimasta digiuna di tali finanziamenti regionali. Le rotatorie verranno arredate con la messa a dimora di piante. Si sta anche ipotizzando una collaborazione con l’istituto agrario per la cura del verde. Questo avverrà - conclude il sindaco - mediante borse di studio. Anche grazie ai progetti scuola-lavoro”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400