Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Donna muore dopo un interventoI familiari presentano denuncia

L'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone

0

Rischiamo di perdere la Asl
Cristofari rincara la dose

Frosinone

«La nostra presa di posizione era una sorta di “alert” per la classe politica di questo territorio.

È per tale motivo che sono rimasto davvero sorpreso nel registrare l’intervento del direttore generale della Asl, la professoressa Isabella Mastrobuono. Perché ha ritenuto opportuno intervenire lei?».
A parlare è Fabrizio Cristofari, presidente dell’ordine dei medici della provincia di Frosinone.
La Mastrobuono aveva detto: «Risparmio e trasparenza. Sono questi i principi che ispirano gli accorpamenti delle Asl. Vale la pena sottolineare che si tratta di processi di condivisione, soprattutto da un punto di vista amministrativo, della gestione dell’acquisto di beni e servizi (pulizie, vitto) e di dispositivi medici».
Fabrizio Cristofari argomenta: «Non mi riferivo certamente all’accorpamento delle funzioni amministrative, operazione in atto già da tempo. Così come non mi riferivo all’acquisto di beni e servizi. Mi riferivo, e lo ribadisco, all’ipotesi di accorpamento della Asl di Latina e Frosinone. E non è che me lo sono inventato. Ho semplicemente letto i piano operativi regionali del periodo compreso dal 2016 al 2018. Si fa riferimento a tre Asl fuori Roma. Ora, una è sicuramente quella dell’area nord del Lazio e riguarda Viterbo e Rieti. Per le altre due bisognerà vedere se dovranno intendersi fuori dall’area metropolitana di Roma. Fra le ipotesi potrebbe esserci quella di una Asl unica tra Latina e Frosinone e una dell’area dei Castelli romani. Ma non mi va neppure di nascondermi dietro un dito: è evidente che la sanità pontina ha numeri diversi da quella frusinate. Il rischio è concreto e ribadisco quanto affermato nella recente conferenza stampa. La sanità è l’ultimo baluardo di questo territorio e l’autonomia del settore va garantita. Il punto è questo e perciò ho ritenuto opportuno rivolgermi alla classe politica». Aggiunge Cristofari: «Per il resto, a livello nazionale, ho letto dei criteri appropriatezza. Che devo dire? Da sempre si taglia sulla sanità. Alla fine verranno diminuite le prestazioni e i cittadini purtroppo se ne accorgeranno. Nel contempo i medici dovranno stare attentissimi alle prescrizioni che effettuano. Come se fossero loro il problema della sanità. Ma ci rendiamo conto di quello che sta succedendo?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400