Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Caso Sintrom: farmaco salvavita introvabile. Al centro Tao arriva Ballarò

Un momento del servizio effettuato da Ballarò nei locali del vecchio ospedale

0

Caso Sintrom: farmaco salvavita introvabile. Al centro Tao arriva Ballarò

Frosinone

Hanno protestato così tanto da richiamare le telecamere Rai di Ballarò. Sono i pazienti anticoagulati di Frosinone che, di fronte, alle carenze del farmaco salvavita Sintrom avevano minacciato perfino un sit-in davanti alla direzione aziendale dell’Asl. Il problema, pur essendo di livello nazionale, era stato posto con forza soprattutto dai pazienti dell’Aipa che ieri, al pari dei vertici dell’Asl, sono stati intervistati dagli inviati della trasmissione di Rai3.

Ballarò, ieri mattina (dalle ore 7.30 alle 10) è stata a Frosinone, nella sede del distretto sanitario B, nel vecchio ospedale di viale Mazzini, per un servizio sul caso del farmaco a lungo introvabile. Anche se, dopo l’emergenza degli scorsi mesi, al momento non si registrano disfunzioni nella distribuzione del prodotto alle farmacie della provincia.

Ad attendere gli inviati di Rai3, ieri mattina c’erano il direttore del distretto Francesco Carrano, il direttore della farmacia Fulvio Ferrante ed il capo ufficio stampa Marco Ferrara. Sono stati effettuati servizi e riprese nel centro Tao, con interviste ai pazienti, associazioni e alla dirigenza della Asl, sulla carenza del farmaco anticoagulante. Carenza che ha interessato tutta Italia, come più volte ribadito anche dalla stessa azienda sanitaria di via Fabi.

Il servizio andrà in onda nella trasmissione di questa sera. «Hanno intervistato anche noi, parecchi pazienti e i dirigenti dell’Asl - commenta Francesco Notarcola della presidenza dell’Aipa, l’associazione dei pazienti anticoagulati - Ad oggi la situazione è di relativa tranquillità, ma le farmacie ancora non abbondano di Sintrom: qualche volta manca il dosaggio da 4, qualche volta da 1. Ci hanno sempre detto che a causa della mancanza del farmaco c’erano problemi di produzione».

In effetti sul caso era intervenuta anche l’Aifa-. Quest’ultima aveva autorizzato le aziende sanitarie, che ne avevano fatto richiesta, a fare limitate importazioni del farmaco dall’estero, da Polonia e Francia. Il Sintrom era diventato irreperibile, già a fine marzo, mandando nel panico anche i circa settemila pazienti anticoagulati dell’Asl di Frosinone. «Il 27 aprile - fa la cronistoria dell’accaduto Notarcola - avevamo fatto un comunicato dopo aver interessato del caso, qualche settimana prima, la Asl che aveva risposto “vi faremo sapere”.

Passavano le settimane ma il farmaco non si trovava. Quindi abbiamo fatto un nuovo comunicato il 10 maggio e abbiamo saputo che l’Asl aveva ordinato in Francia il Sintrom e che già c’era in qualche farmacia ospedaliera. Passati alcuni giorni, abbiamo minacciato un sit-in protesta, e abbiamo saputo che il prodotto esisteva presso le farmacie ospedaliere di Frosinone, Sora e Cassino e si potevano dispensare i pazienti con la ricetta».

Il problema stava tutto nei dubbi dei pazienti di fronte alla possibilità di doversi curare con altre terapie. «Non è facile sottoporsi al nuovo farmaco - continua Notarcola - perché ogni due-tre giorni bisogna effettuare dei prelievi ematici. Inoltre la cosa può portare rischi e scompensi e crea disagi e apprensione nei pazienti. Chi non aveva più medicine o un nuovo farmaco doveva sottoporsi a delle iniezioni alla pancia. E c’è chi ha dovuto fare anche questo. La Asl non ci ha mai dato informazioni, salvo il 12 maggio quando ci è stato comunicato che il medicinale era dispensato nelle farmacie». Da qui le proteste e il richiamo della ribalta televisiva.

«Ballarò, saputo delle nostre iniziative - continua Notarcola - ci ha contattato per fare questo servizio. Alla fine siamo soddisfatti di aver conseguito l’obiettivo di avere il farmaco o attraverso le farmacie ospedaliere o quelle normali. E ora speriamo che non sparisca di nuovo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400