Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Valigie pronte per la Mastrobuono
Il Dg verso lo Spallanzani di Roma

Il Dg della Asl Isabella Mastrobuono

0

Valigie pronte per la Mastrobuono
Il Dg verso lo Spallanzani di Roma

Valigie pronte per il Dg della Asl Isabella Mastrobuono che ha ricevuto una "promozione" dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. 

“Promoveatur ut amoveatur”. Il significato della locuzione in lingua latina è chiarissimo. Alla lettera: «Sia promosso affinché sia rimosso». Per la dottoressa Isabella Mastrobuono, direttore generale della Asl di Frosinone, sembra sia andata proprio così. La “bomba” è esplosa nel primo pomeriggio di ieri, quando le agenzie di stampa hanno cominciato a battere la notizia. «Ho proposto Isabella Mastrobuono come nuovo direttore generale dell’Irccs Spallanzani». Parole del presidente della Regione Lazio e commissario della sanità, Nicola Zingaretti. Il quale in una nota specificava come si «è deciso di rivedere la governance degli IRCSS attualmente amministrati da un Commissario unico e abbiamo scelto di nominare due direttori generali, uno per lo Spallanzani e uno per l’Ifo». Aggiungendo: «Per questo, per guidare l’Istituto nazionale malattie infettive ho richiesto la disponibilità alla dottoressa Isabella Mastrobuono, in considerazione del suo curriculum e della sua esperienza professionale. Ringrazio la dottoressa Mastrobuono per l'ottimo lavoro che sta svolgendo nella Asl di Frosinone e che continuerà fino alla nomina presso lo Spallanzani. Questo passaggio potrà avvenire dopo la modifica ai Programmi Operativi, raccogliendo anche le indicazioni del Ministero della Salute circa la necessità di mantenere separate le governance degli Ircss pur con linee comuni di attività così come individuate dai recenti atti aziendali». Una promozione insomma, stando alle parole di Zingaretti. L’incarico, in effetti è davvero prestigio. Ma sulla questione c’è da dire che negli ultimi mesi la dottoressa Isabella Mastrobuono era entrata in rotta di collisione con Mauro Buschini, consigliere regionale del Partito Democratico e presidente della commissione bilancio. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata probabilmente la vicenda relativa all’ospedale di Alatri, con il sindaco Giuseppe Morini in prima fila a difendere il nosocomio. A quel punto Buschini ha deciso di accelerare. Dicendo chiaramente che i tagli nei confronti della sanità provinciale stavano compromettendo tutto, a cominciare dall’immagine politica ed amministrativa del centrosinistra regionale. Buschini ha puntato l’indice altresì nei confronti dell’Atto aziendale, percepito come un forte ridimensionamento perfino dai medici e dagli operatori del settore. Il tutto mentre le file nei Pronto Soccorso aumentavano e i tempi per gli esami diagnostici non diminuivano. Il tutto mentre i turni di lavoro crescevano in progressione geometrica e i mezzi non arrivavano. Si potrebbe chiudere così un’esperienza durata 18 mesi. I nomi che iniziano a circolare per la sostituzione sono quelli di Fabrizio D’Alba, di Roma, e Giuseppe Quintavalle, di Civitavecchia. Ma c’è pure quello di Narciso Mostarda, apprezzato professionista della provincia di Frosinone. Intanto il consigliere Buschini fa notare che «come annunciato dal Presidente Zingaretti, nella giornata il Mef ha certificato che, dopo 8 anni, il Lazio è sotto il 5% del debito rispetto al fondo sanitario regionale e ciò significa che siamo riusciti a centrare il grande obiettivo del 2015: l'uscita dal commissariamento. Ci mettiamo alle spalle anni bui grazie al lavoro di questa amministrazione che ha messo a posto i conti costruendo un nuovo modello sanitario basato su due fondamenti: più cure ai cittadini e costi maggiormente sostenibili. Si tratta di un passaggio fondamentale per il futuro di tutti gli abitanti del Lazio perché, con lo sblocco del turnover, sarà possibile agire in autonomia e tornare ad assumere personale medico fondamentale per il miglioramento dei servizi sanitari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400