Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Daniel Ciofani ci crede «Anche le sfide impossibili si vincono»

Daniel Ciofani durante la conferenza stampa

0

Daniel Ciofani ci crede
«Anche le sfide impossibili si vincono»

Frosinone calcio

Contro l'Atalanta ha giocato i suoi primi 45' in Serie A, e sabato con la Roma sogna il primo gol. Daniel Ciofani in conferenza stampa presenta la sfida con i giallorossi. «Stiamo lavorando bene in questi giorni e anche se le prime due partite non sono andate benissimo sono convinto che raccoglieremo i frutti del nostro lavoro. Non dobbiamo commettere l'errore di deprimerci anche nei momenti difficili. La Roma è un avversario forte, durante la gara tirerà anche 4 calci d'angolo di fila e ci saranno momenti in cui saremo chiusi nella nostra metà campo. In quegli attimi della gara dovremmo stare sereni, perché anche le sfide più difficili si possono vincere».

L'attaccante canarino parla poi del duello con Dzeko e dell'assenza di Pjanic. «Credo che il bosniaco sia un giocatore di livello internazionale, non lo scopriamo certo oggi. Io mi affaccio per la prima volta e non c'è paragone, mi intriga di più sfidare la Roma. I giallorossi sono pericolosi in ogni zona del campo, ma temo soprattutto il loro centrocampo. Hanno dei giocatori che personalmente mi piacciono molto. De Rossi è un campione del mondo, Keita ha vinto tutto con il Barcellona. Insomma sono dei big nel loro ruolo. Certo, l'assenza di Pjanic sarà importante. Lui può risolvere la gara in qualunque momento con una giocata, soprattutto quando gli spazi sono chiusi. Ecco, consapevoli anche della sua assenza dovremmo essere bravi a chiuderci e concedere poco».

Il Comunale come sempre sarà stracolmi. Sarà questa l'arma in più dei ciociari? «Le nostre armi devono essere la corsa il sacrificio e la voglia di fare il massimo. Solo così possiamo mettere in difficoltà la Roma. Certo è che il nostro stadio è stata sempre l'arma in più sia in B che in C. Loro sono grandi campioni e sono abituati a queste situazioni, ma il Matusa ha sempre un'atmosfera particolare. Speriamo che abbiano un po' la testa al Bercellona e di riuscire a sfruttarlo. In trasferta abbiamo sempre dimostrato di avere qualche problema, anche in B. La gara con l'Atalanta è simile a quella con il Pescara dell'anno scorso. Differenza tra i difensori di A e B? Credo che giochino molto di più uno contro uno, si fidano dei propri mezzi. Dentro di me però sono tranquillo e sono consapevole della mia forza».

Clicca QUI per vedere la conferenza stampa di Ciofani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400