Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Sette punti per ricucire la Sanità  Si chiede un consiglio comunale ad hoc

Il presidio ospedaliero di Ferentino

0

Sette punti per ricucire la Sanità
Si chiede un consiglio comunale ad hoc

Ferentino

Sette punti programmatici stilati e approvati durante l’assemblea pubblica cittadina organizzata dal comitato “Riprendiamoci la sanità”. Un comitato che insieme alle associazioni del territorio e ai cittadini sta tenendo alta la guardia sulla questione sanitaria. Dopo l’incontro che si è svolto all’hotel Bassetto, il comitato ha convocato lunedì scorso una riunione con il coordinamento e alla presenza delle associazioni presenti sul territorio, per approvare e condividere il percorso politico e amministrativo da intraprendere per gli obiettivi da raggiungere in merito alle priorità sanitarie, stabilite nei punti programmatici approvati nell’assise pubblica cittadina. Nella stessa sede è stato stabilito di chiedere un incontro con il nuovo commissario della Asl di Frosinone, di concerto con le autorità locali e regionali che rappresentano la provincia, dopo che il consiglio comunale avrà discusso e approvato il piano delle priorità sanitarie della città. Questa mattina il documento è stato protocollato e si chiede un consiglio comunale ad hoc per discutere gli argomenti messi nero su bianco. Documento inviato al sindaco, ai consiglieri comunali e regionali, ai senatori e al commissario dell'Asl. Sono sette i punti stilati. Si punta a far tornare il presidio ospedaliero di Ferentino una grande realtà non solo per i residenti della città gigliata, ma anche per tutti i cittadini dei comuni limitrofi che da anni usufruivano dei servizi della struttura. Sul documento stilato si chiedono il potenziamento del servizio di radiologia e del centro prelievi, la riapertura del reparto di riabilitazione in regime di day hospital. Nella lista compaiono anche il potenziamento dei servizi ambulatoriali, il rafforzamento del servizio di logopedia e psicomotricità. Tra le proposte necessarie a dare risposte ai cittadini anche il coinvolgimento dei medici di base per creare sinergie nel vecchio ospedale o in altre strutture, garantendo, oltre all’assistenza tradizionale, la gestione di un primo soccorso medicalizzato per codici bianchi. È necessario, evidenziano al sesto punto i componenti del comitato “Riprendiamoci la sanità”, creare un triangolo sul territorio, ad esempio Anagni, Ferentino, Fiuggi, con 7/8 specialisti (cardiologo, diabetologo, ortopedico ed altre categorie), usufruendo dei contratti Sumai. Infine si chiede il ripristino del vecchio parcheggio o una soluzione alternativa. Una delle problematiche della zona, adiacente al presidio ospedaliero, è proprio la mancanza di posti auto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400