Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Da Fumone a Ferentino sulla tracce di Celestino  V
0

Da Fumone a Ferentino sulla tracce di Celestino V

Ferentino


Da Fumone a Ferentino sulle tracce di Celestino V. E’ quanto propone il presidio Ultimi di Ferentino. Il viaggio, in programma domani, sabato 10 settembre, si svilupperà dalla cella del Santo nel castello dei marchesi Longhi dé Paolis e fino alla cripta di Sant'Agata (ultimo sito ciociaro dove hanno riposato le spoglie mortali di Pietro Angelerio), passando per il complesso di Sant'Antonio Abate, primo trentennale ricovero del corpo del santo. Il progetto nasce da un'idea di Andrea Fontecchia che ne ha curato la parte tecnica.

<Si è voluto proporre questo cammino, a ridosso della Perdonanza, per rinsaldare il legame con questo grande personaggio della nostra terra e per attirare l'attenzione su questa controversa figura - spiega il responsabile del presidio Ultimi di Ferentino, Mauro Zaccardi - Il trekking in sé non va visto sotto una luce esclusivamente religiosa, ma certamente spirituale, avendo il cammino una connotazione di ricerca e di spunto intimi che invitano alla riflessione interiore>. Si parte da Fumone alle 8.30, diretti verso Ferentino, complesso di Sant'Antonio dove si arriverà attraverso strade e sentieri studiati sull'idea di quello percorso dai fedeli che qui portarono il corpo del Santo dopo la morte. <L'idea è di arrivare in Sant'Antonio nel primo pomeriggio e dopo una breve pausa e visita delle testimonianze ivi presenti, proseguire alla volta di Sant'Agata facendo la moderna strada che attraversa il quartiere di Ponte Grande - aggiunge Zaccardi - La scelta è ricaduta su questo tratto perché si arriverà a Sant'Agata dal salitone dove una lapide ricorda l'esistenza della chiesa di San Giacomo, appartenente all'ordine dei Cavalieri del Tempio che con il papa del Gran Rifiuto ebbero un determinato rapporto, testimoniato anche in Sant'Antonio, e di cui ancora non si sa granché>.
L'arrivo in Sant'Agata è previsto entro le 18 e a quanti completeranno il percorso il presidio Ultimi di Ferentino farà omaggio di una credenziale ricordo, con i timbri dei luoghi visitati, pensata in occasione di questa iniziativa. Al partecipante è richiesto solo senso civico e indipendenza essendo gratuita la manifestazione. All'arrivo in Sant'Agata il parroco darà la benedizione del pellegrino secondo l'uso insistente nel medioevo.
<Durante la giornata saranno effettuate foto e riprese dall'associazione organizzatrice che saranno successivamente montate in un documentario dell’evento - conclude Zaccardi - Partecipando si autorizzano tali riprese per detto fine. L'organizzazione, oltre la guida e l’attivazione di una squadra di emergenza/recupero, metterà a disposizione un'auto da Sant’Agata a Fumone per il recupero delle auto e mezzi lasciati al mattino>. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400