Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Incontro sindaco-cittadini per potenziare il primo soccorso

Il presidio ospedaliero di Ferentino

0

Incontro sindaco-cittadini
per potenziare il primo soccorso

Ferentino

Parte dal basso la spinta per la riapertura di un punto di primo soccorso della città gigliata.

I cittadini coinvolti nell’iniziativa si incontreranno alle 18 di oggi presso la sede di Codici in via Casilina Nord. 
Si tratta di padri e madri di famiglia decisi a fare qualcosa per potenziare il presidio ospedaliero “Giorgio Pompeo” e fare in modo che torni ad essere un punto di riferimento per la comunità in caso di emergenza.
Un impegno che i residenti hanno deciso di prendere al fine di coinvolgere amministratori, politici in generale e professionisti della sanità per cercare di raggiungere l’obiettivo. Attualmente accade che le mura del pronto soccorso ci siano, così come la guardia medica.
«Mancano tuttavia – scrivono gli appartenenti al comitato promotore dell’incontro - cerotti, siringhe e tutto il materiale sanitario necessario. Anche alla luce di quanto accade a Frosinone, dove il pronto soccorso del Fabrizio Spaziani è al collasso, occorre pensare che un punto di emergenza su Ferentino potrebbe rappresentare una boccata d’ossigeno».
Il comitato cittadino, attraverso questo incontro rilanciato su facebook, punta a sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alla tematica della sanità. Un gesto senz’altro lodevole che lascia trasparire come sia cambiato sensibilmente il modo di vivere la politica da parte dei cittadini. Sono loro che percepiscono il problema, il disagio e chiamano in causa gli amministratori in luoghi neutri e non nelle sedi istituzionale. Con questa iniziativa si capisce infatti che i cittadini vogliono mettersi in prima fila per trovare le soluzioni.
All’incontro sono attesi anche il sindaco Antonio Pompeo e l’intera Giunta oltre ai consiglieri comunali. Una chiamata bipartisan per il bene della comunità, quindi. Si tratta di un gesto simbolico molto forte e segno di un cambiamento altrettanto forte nel modo di vivere la città. I cittadini hanno inoltrato un invito su carta alla parte politica, sottoscrivendo una serie di punti di discussione. L’obiettivo primario infatti è quello riaprire sì il punto di primo soccorso ma, nel caso in cui fosse impossibile, creare un qualcosa di alternativo. Quello fissato per oggi è un primo passo. Adesso bisognerà vedere il riscontro e la partecipazione da una parte e poi la fattibilità dall’altra. Ad ogni modo è un punto di partenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400