Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Donazioni annullate, emergenza sangue. Lo sfogo di Andrelli dell'Avis e l'interrogazione a Zingaretti
0

Donazioni annullate, emergenza sangue. Lo sfogo di Andrelli dell'Avis e l'interrogazione a Zingaretti

Ferentino

Salta la raccolta di sangue dell’Avis a causa della carenza di personale infermieristico e medico. L’amarezza e la rabbia del presidente locale, nonché consigliere regionale Avis, Roberto Andrelli e di tutti i donatori hanno acceso ulteriormente i riflettori su una problematica che sta portando alla ribalta una emergenza continua e grave. A tal proposito il consigliere regionale Mario Abbruzzese ha deciso di scrivere un’interrogazione al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti in merito al blocco della raccolta di sangue. "Chiederò al governatore se è al corrente di quanto è accaduto e quali saranno le misure che metterà in campo per porre rimedio a queste disfunzioni del servizio".
Un servizio importante e fondamentale di cui non si può e non si deve fare a meno. "Sezioni Avis come Ferentino e Ceprano – lo sfogo di Andrelli – raccolgono sangue da sempre il sabato ed è stata annullata la donazione. Si vive purtroppo alla giornata. Due giorni prima delle raccolte di sangue ci comunicano che non ci saranno le donazioni. Siamo allo sbando. Non abbiamo la minima idea di che fine farà la sanità nel nostro territorio. In tutto questo riscontro purtroppo l’ennesimo generale silenzio, specie da parte della politica, e siamo costretti ad alzare la voce solo noi. Tanto il sangue si compra fuori provincia e nessuno lo dice ai cittadini. Siamo in emergenza continua, complice l’insufficienza di sangue nel Lazio". Lo sfogo di Andrelli è stato ascoltato dal presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali, Abbruzzese, il quale ha aggiunto che "purtroppo la sanità della provincia di Frosinone vive circostanze drammatiche anche per questa cronica carenza di medici e infermieri. Ma giorno dopo giorno, nonostante le rassicurazioni del Commissario Macchitella e dei vari esponenti politici legati alla maggioranza che guida la Regione, sull’arrivo a breve termine di nuovi professionisti, la situazione diventa sempre più insostenibile. È palese che il sistema sanitario della provincia di Frosinone non riesce a garantire I livelli essenziali di assistenza. Ma questo lo abbiamo detto in tempi non sospetti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400