Usano un furgone come "paravento" mentre tagliano la serranda con le cesoie, sfondano le vetrine con le mazzette di ferro e rubano orologi Festina dalla gioielleria Rapone in corso Roma, ad Isola del Liri. Poi, una volta preso quello che sono riusciti a trovare, fuggono a piedi, ripresi dalle telecamere di videosorveglianza fino a piazza SS. Triade: da lì le loro tracce si perdono.
Indagini in corso da parte dei carabinieri di Isola del Liri per risalire agli autori del colpo, messo a segno nella notte tra domenica e ieri, intorno alle quattro, stesso orario in cui è stata rapinata la tabaccheria di Fontana Liri, a poco più di dieci chilometri di distanza da Isola del Liri.
Ad agire una banda di sei uomini, arrivati davanti alla gioielleria a bordo di un furgone, poi risultato rubato. Sono scesi, con volti coperti da cappucci e mascherine, hanno iniziato a recidere le grate di ferro della serranda con delle grosse cesoie. Quindi, hanno mandato in frantumi le vetrine del negozio e afferrato diversi orologi di marca Festina. Una volta all'interno, hanno preso alcuni oggetti in argento e altri preziosi. Secondo una prima stima, il bottino ammonterebbe a circa duemila euro, anche se nella giornata di ieri i proprietari hanno fatto l'inventario per capire cosa mancasse. Usciti dalla gioielleria, i banditi si sono dileguati a piedi: il loro percorso è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza del Comune fino al momento in cui sono arrivati a piazza SS.Triade: da lì si sono dileguati. Indagini in corso da parte dei carabinieri. Intanto, c'è chi suggerisce di tornare alle ronde notturne per difendere la città.