Terribile incidente di caccia, giovane ex interinale Fiat salvato in montagna. È accaduto ieri intorno alle 15 sulle montagne di Vallemaio, a pochi passi dal territorio di Sant'Andrea. Dopo il "gran rifiuto" di Fca, il giovane originario di Sant'Andrea avrà pensato come molti altri ex interinali (532 in tutto coloro che dal 31 ottobre sono a casa) di seguire le proprie passioni, in attesa di quelle risposte che tutto il territorio cerca. Proprio per questo, in compagnia di un amico, si è incamminato sulle montagne di Vallemaio per una battuta di caccia alla beccaccia. Poi l'imprevisto. L'ex operaio di 26 anni, esperto cacciatore, sembrerebbe essere improvvisamente scivolato, forse a causa della pioggia battente: un imprevisto che poteva costargli davvero molto caro se non fossero arrivati i soccorritori.

Il colpo
È durante la caduta, stando a una prima ricostruzione dei fatti, affidata ai carabinieri della Compagnia di Pontecorvo - agli ordini del tenente Tamara Nicolai - che sarebbe partito un colpo accidentale: un proiettile si sarebbe così conficcato nel polpaccio. Un dolore terribile, nonostante il quale è riuscito a chiamare il suo compagno di caccia che, giunto sul posto, ha immediatamente allertato i carabinieri.
Arrivare nel punto esatto in cui si è verificato l'incidente non è stato affatto facile né per la strada particolarmente impervia né per le intemperie. Sono stati il maresciallo Luca De Angelis e il brigadiere capo Raffaele D'Aguanno della Stazione di San Giorgio, insieme ai vigili del fuoco di Cassino, a rintracciare il giovane, traendolo in salvo. Poi lo hanno affidato al personale del 118. Prezioso l'aiuto offerto da alcuni residenti che hanno accompagnato vigili e militari in un territorio a dir poco inaccessibile.

I soccorsi
Le operazioni per prestare un primo soccorso al giovane sono state difficilissime: grazie agli uomini dell'Arma, gli operatori del 118 hanno trasportato il ferito con una barella spinale fino al pianoro di Vallauria, dove ad attenderlo c'era un'ambulanza che lo ha trasferito al campo sportivo di Vallemaio per essere condotto al Santa Scolastica dove è giunto in codice rosso.
Il ragazzo, ancora cosciente, ha riportato un'importante ferita alla gamba tanto da ritenersi altamente probabile un intervento in chirurgia vascolare. In serata è stato trasferito all'Umberto I di Roma.