La scossa delle 13.30 ha generato molte preoccupazioni. Anche nelle scuole che non hanno contattato i genitori, molto poche rispetto a quelle che invece lo hanno fatto, i genitori sono andati a prendere i figli. Così le aule si sono svuotate e nel primo pomeriggio erano davvero pochi gli alunni ancora a scuola. Sono stati molti gli uffici che hanno sospeso le attività. I cassinati hanno continuato per ore a tenere monitorato il sito dell'Ingv.

La scossa di terremoto registrata alle 13.30 ha generato il caos nella città martire. Sui gruppi whatsapp delle mamme impazzano gli avvisi. Ci sono state scuole dove non è stato necessario avvisare: in area Colosseo/monte maggio i ragazzi sono usciti fuori e parecchi genitori sono andati a prenderli perché ai piedi di Montecassino il movimento si è sentito con particolare vigore. In diverse materne i bimbi sono stati allontanati dalla classe e ora le maestre hanno avvisato che le lezioni continueranno con le porte aperte. Ma impazzano le domande dei genitori e l'eventualità di andare a prendere i figli. Per i piccoli del nido le maestre hanno chiamato i genitori per recuperare i bambini. I più grandi potranno continuare le attività didattiche a discrezione delle famiglie.

All'Itc in via Gari gli studenti sono stati evacuati. Ma anche uffici privati e pubblici e il Palazzo di Giustizia si sono immediatamente svuotati. In tribunale le udienze sono state rinviate.

12 ottobre 2017 13:53

Una scossa è stata sentita nel.territorio di Cassino. Decine di persone si sono riversate in strada e molti genitori hanno contattato le scuole perché preoccupati. In molti, inoltre, hanno fatto uscire anzitempo gli alunni. Un boato e un tremore alle ore 13.30 crica ha messo in apprensione molta gente. Intanto, la gente spaventata si sta ritrovando nelle piazze. Il terremoto è di ML 2.1.