Poco meno di un mese e il nuovo stadio "Benito Stirpe" aprirà ufficialmente i battenti per diventare la nuova casa dei leoni giallazzurri. Nell'attesa, infatti, del completamento degli ultimi dettagli della struttura e dell'espletamento delle procedure relative ai collaudi e all'omologazione, l'ipotesi che si sta facendo largo è quella di richiedere il posticipo a lunedì 2 ottobre (nulla osta della Lega permettendo ovviamente) della gara con la Cremonese prevista da calendario per sabato 30 settembre. Un'ipotesi avvalorata dal fatto che il settimo turno prevede anche la gara in casa dell'Avellino con l'Empoli, per cui, per evitare un accavallamento di eventi al "Partenio-Lombardi", la Lega potrebbe concedere ai giallazzurri il posticipo allo "Stirpe".

Un paio di giorni in più sulla tabella di marcia che consentirebbero di presentarsi ad un appuntamento, che definire storico è poco, con il vestito migliore, con tutto il fascino del vernissage serale e con la massima attenzione da parte di tutti i media locali e nazionali. Una cassa di risonanza mediatica globale e meritata, per i grandi sforzi compiuti da tutti i soggetti coinvolti nell'operazione, per un progetto, quello del "Benito Stirpe", nato dalla sinergia tra Comune di Frosinone e Frosinone Calcio, assurto in questi mesi a modello virtuoso da esportare anche in altri contesti. Un punto di riferimento e di avanguardia.

I lavori

Intanto, per quanto attiene allo stato d'avanzamento del cantiere, in questi ultimi due giorni, a causa del maltempo, c'è stato un leggero rallentamento, ma i lavori sono a buon punto. La copertura della tribuna centrale è finita. Si stanno stringendo gli ultimi bulloni e si devono realizzare le restanti opere di carpenteria. Si stanno installando grondaie e discendenti ed entro la prossima settimana tutto dovrebbe essere completato. Da domani, poi, inizieranno le prove di carico sulle coperture: sia della tribuna centrale sia di quelle degli altri settori. «Stiamo già presentando le certificazioni di fine lavori al Genio Civile per bruciare le tappe» ci ha detto l'architetto Enrico Renzi. Tra le prime c'è stata quella di consolidamento dei lavori della tribuna centrale e a seguire saranno depositate quelle delle strutture metalliche.

«Tutto sta procedendo secondo cronoprogramma e se il meteo dovesse essere benevolo non dovrebbero esserci altri intoppi» ha proseguito l'architetto Renzi. Anche per gli arredi si è ormai ai dettagli. «In queste ore - ha proseguito Renzi - si stanno montando le suppellettili e si completeranno gli uffici del Frosinone e la sala stampa, mentre, poi, si sta attendendo l'arrivo di altro materiale che sarà trasferito dal "Comunale" al nuovo stadio.

È in fase di consegna anche tutto ciò che andrà all'interno dell'area hospitality, mentre i seggiolini della tribuna centrale sono stati montati. Sono in fase di ultimazione i palchetti e gli sky box per i relativi arredi. La tribuna stampa è completa con tavolinetti e sedute. Nelle aree esterne si dovrà stendere l'asfalto in alcune zone e dovranno essere montati dei brevi tratti di recinzione una volta che saranno andate via le gru».

All'interno della tribuna gli spogliatoi sono pressoché finiti e si sta lavorando anche sulle palestre. Il "Benito Stirpe" sarà dotato anche di uno store ufficiale esterno, una parte del quale sarà adibito a museo del calcio frusinate, ospitando i cimeli del calcio giallazzurro.

I collaudi

Tutto dovrebbe essere completato tra il 18 e il 20 settembre. Dopo ci saranno i collaudi che non dovrebbero andare oltre il 25. A quel punto la struttura sarà fruibile con l'omologazione a fine mese. Da qui l'ipotesi del 2 ottobre.