Nel pomeriggio di ieri i carabinieri della Stazione di Esperia, congiuntamente ai militari della Stazione di San Giorgio a Liri e dell'Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo, hanno tratto in arresto un 67enne ed il figlio convivente 29enne, entrambi già censiti per reati contro la persona, poiché resisi responsabili dei reati di "violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali".

I fatti

A seguito di un intervento da parte dei militari operanti, i malviventi inveivano nei loro confronti, lanciando dapprima grossi sassi e successivamente innescavano una colluttazione con gli stessi, utilizzando un'ascia, un forcone e una motosega. I due venivano prontamente bloccati dal personale operante e tratti in arresto, mentre gli arnesi citati venivano sottoposti a sequestro.

A seguito di rito direttissimo celebrato nella mattinata odierna l'autorità giudiziaria convalidava l'arresto e disponeva la custodia in carcere dei medesimi presso la Casa circondariale di Cassino in attesa dell'udienza del 3 ottobre prossimo.