Una nube di fumo ha avvolto non solo Cervaro ma anche una parte di Cassino creando apprensione tra la popolazione e anche qualche problema per via dell'aria divenuta irrespirabile. Per tutta la notte monte Trocchio ha bruciato: rumore assordante con un mezzo aereo in volo e crepitìo di fiamme e devastazione. La pineta di Santa Lucia è andata distrutta mentre l'intero versante di via Belvedere, a ridosso della strada e di tante abitazioni, ha continuato ad ardere. I vigili del fuoco e i cittadini non si sono fermati un attimo. La gente ha aiutato con tutti i mezzi che ha trovato. Ora, dopo una notte interminabile, il peggio sembra essere alle spalle. Sotto osservazione restano i piccoli focolai rimasti accesi.