Controlli poco fa nell'autolavaggio egiziano di recente apertura. La polizia di Stato ha verificato la regolarità delle autorizzazioni, soprattutto in materia di depurazione, essendo la zona sottoposta a vincoli storici e archeologici, e si stanno valutando provvedimenti seri. Non sono cioè esclusi i sigilli agli impianti presenti sulla Casilino sud, ma ogni azione è al vaglio. Già lo scorso 8 agosto il Comune aveva rigettato, con "diniego immediato", la Scia per problemi relativi al rispetto dei vincoli paesaggistici. Ora in Commissariato si stanno valutando tutti gli incartamenti. L'attività commerciale era finita anche al centro della faida tra egiziani che ha portato, di recente, all'operazione Gold Wash.