"Un sentito ringraziamento al coordinamento dei vigili del fuoco, ai volontari della protezione civile e ai Canadair intervenuti in maniera tempestiva per domare un incendio pericoloso che ha lambito alcune abitazioni".

Il sindaco di Morolo Anna Maria Girolami, a nome dell'intera amministrazione comunale, esprime gratitudine nei confronti degli uomini che, in poche ore di intenso lavoro, sono riusciti a domare il terribile rogo che, partendo dalla zona che costeggia la Monti Lepini è arrivato fino a Monte Faito e Valle Cupa, mettendo in apprensione i residenti della zona. Fortunatamente non si sono registrati danni a persone ma, quello provocato all'ambiente è comunque notevole: "il lavoro dei vigili del fuoco, dei mezzi aerei e della protezione civile è stato davvero encomiabile - ha sottolineato il primo cittadino - per questo mi sento di dover ringraziare il comandante dei nostri pompieri e gli altri enti intervenuti. Si tratta di un incendio procurato dalla mano di qualcuno che ha voluto danneggiare l'intera zona. Mi auguro che il responsabile venga individuato e assicurato alla giustizia. Occorre un intervento risolutivo anche per dare l'esempio, altrimenti continueremo soltanto a piangere sulle disgrazie".

Non si placa l'incendio scoppiato sui monti adiacenti Morolo. Un incendio divampato intorno alle 13.30 che è aumentato in maniera esponenziale. Il lavoro dei vigili del fuoco e dei volontari della protezione civile è incessante. Per domare le fiamme sono stati chiamati i rinforzi aerei e sul posto si sono portati tre canadair che stanno effettuando ripetuti lanci di acqua sul rogo. È stata chiusa la strada Provinciale Pedemontana.

Sta precipitando minuto dopo minuto la situazione dell'incendio scoppiato sui monti adiacenti Morolo. Divampato intorno alle 13.30, il rogo ha acquistato rapidamente una violenza senza eguali iniziando ad avvicinarsi al centro del paese e alle abitazioni. Poco fa le fiamme, sempre più alte e vigorose, si sono portate a poche decine di metri dalle abitazioni generando grande paura fra la popolazione che sta seguendo con grande ansia l'evolversi della vicenda. Sul posto, da terra, ci sono decine di uomini dei vigili del fuoco, delle varie protezioni civili e semplici cittadini. Ma il loro impegno finora non è purtroppo bastato. 

Ed allora, al fine di evitare il peggio, sono stati chiamati i rinforzi aerei e sul posto si sono portati ben tre aerei canadair che hanno iniziato ad effettuare ripetuti lanci di acqua sul rogo. La speranza è che con questo importante dispiego di mezzi aerei si possa avere la meglio sul fuoco prima che arrivi alle case, ormai a pochi passi. 

Peggiora la situazione a Morolo dove le fiamme stanno raggiungendo il centro storico. Al lavoro da oltre un'ora squadre di vigili del fuoco e volontari della protezione civile. Paura tra i residenti che vedono fuoco e fumo avvicinarsi pericolosamente alle abitazioni. La colonna di fumo si vede anche dai paesi limitrofi e come accade da un mese a questa parte sono tante le foto e i commenti sui social network di uno dei tanti incendi di questa estate, da dimenticare, in cui sono già andati in fumo centinaia di ettari di boschi e vegetazione. 

Un incendio di vaste dimensioni è divampato intorno alle 13.30 a Morolo. Sul posto squadre di vigili del fuoco e volontari della protezione civile. Allertati anche gli elicotteri per domare le fiamme che stanno minacciando anche alcune abitazioni. Il fumo è avvistato anche dai paesi limitrofi. Un'altra giornata di incendi anche quella di oggi