Colpo notturno all'università delle tre età nella parte alta di Frosinone. E non è la prima volta. Ma i due autori sono stati bloccati e arrestati dai carabinieri, sempre in corso della Repubblica. In queste notti d'estate i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno intensificato i controlli, soprattutto nel centro storico, teatro anche di molti eventi estivi che attirano visitatori da ogni parte della città e anche da fuori.

Forzando il portone e una porta, intorno alle 4 dell'altra notte, i ladri sono riusciti a penetrare all'interno della struttura, ai portici di Sant'Antonio, che ospita l'università delle tre età. Lì all'interno hanno cercato di portar via quante più cose di valore, finendosi con accontentarsi di due computer. I due hanno provato anche a forzare il centro sociale al piano superiore, ma in questo caso non hanno portato via nulla. Quindi di sono dati alla fuga, ma hanno fatto poca strada.

Nel frattempo era scattato l'allarme e i carabinieri del Norm, agli ordini del maggiore Matteo Branchinelli e del luogotenente Angelo Pizzotti, si sono messi sulle tracce dei fuggitivi. I militari dell'Arma che, in modo particolare, hanno intensificato la vigilanza nelle zone frequentate da soggetti dediti ai furti, sono andati praticamente a colpo sicuro. Uno dei due fermati aveva ancora il computer con sè, mentre l'altro l'aveva portato a casa. In manette sono finiti così un trentunenne e un ventinovenne originari della Romania e residenti nel centro storico.

La refurtiva per un valore complessivo di 1.500 euro circa, è stata restituita ai responsabili dell'università delle tre età. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della compagnia dei carabinieri di Frosinone, in attesa del rito direttissimo, previsto quest'oggi. L'università delle tre età era stata già "visitata" il 14 maggio quando era stato rubato un televisore.